F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola
Topic

F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Aston Martin: la AMR21 è diventata una versione B

La squadra di Silverstone, oltre a rinforzare lo staff tecnico con continui acquisti per il prossimo anno, ha svolto un grosso lavoro di sviluppo sulla AMR21 e oin Austria debutta quella che può essere definitiva una monoposto step B che ha permesso ai piloti Stroll e Vettel di portarsi a ridosso dei due top team. Scopriamo tutte le novità della "verdona".

Aston Martin: la AMR21 è diventata una versione B

L’Aston Martin non è attiva solo sul mercato dei tecnici per rinforzare lo staff di ingegneri agli ordini di Andy Green (in tre settimane sono stati annunciati gli arrivi di Luca Furbatto, telaista Alfa Romeo, Dan Fallow e Andrew Alessi, aerodinamici Red Bull), ma è impegnatissima nello sviluppo della AMR21, una vettura che doveva regalare grandi soddisfazioni al marchio britannico, ma che finora ha deluso le aspettative, nonostante il secondo posto ottenuto da Sebastian Vettel a Baku.

È evidente che Lawrence Stroll non si rassegna a vedere la sua squadra relegata al sesto posto nel mondiale Costruttori (ma a sole due lunghezze dall’AlphaTauri): nel GP d’Austria l’Aston Martin ha introdotto un nuovo pacchetto aerodinamico che non è solo un adeguamento della macchina alla pista, ma ha l’ambizione di essere un vero e proprio salto di qualità.

Non deve stupire, quindi, l’aver visto la “verdona” arrampicarsi al quarto e quinto posto delle prove libere del Red Bull Ring, con Lance Stroll davanti al quattro volte campione tedesco.

Aston Martin AMR21: i nuovi deviatori di flusso sull'ala centrale

Aston Martin AMR21: i nuovi deviatori di flusso sull'ala centrale

Photo by: Giorgio Piola

Le novità sono importanti e intaccano tutta la monoposto. Sembrava che l'attenzione si fosse focalizzata solo sui due deviatori di flusso posti sopra all'ala centrale all'esterno delle pance, ma in realtà ci troviamo di fronte a una macchina completamente diversa.

Aston Martin AMR21: ecco come è cambiata l'ala anteriore

Aston Martin AMR21: ecco come è cambiata l'ala anteriore

Photo by: Uncredited

Cominciando l’analisi dal davanti si scopre che è stato rivisto l’ultimo flap aggiuntivo dell’ala anteriore. Di per sé la modifica sembra ben poca cosa perché la porzione più interna del flap mostra una corda maggiorata, ma con un taglio più netto rispetto a prima nella delicata zona dove agisce il vortice Y250.

Aston Martin AMR21, dettaglio dei nuovi bargeboard

Aston Martin AMR21, dettaglio dei nuovi bargeboard

Photo by: Uncredited

Si è voluto creare un maggiore passaggio d’aria che è finalizzato a far lavorare meglio i bargeboard che sono stati rivisti in particolare nella parte superiore con il secondo boomerang che è cresciuto in lunghezza sotto a quello principale e l’elemento verticale principale che ora mostra una serie di soffiaggi. Anche nel collegamento fra il bargeboard e il deviatore di flusso ai lati delle pance c’è una novità al piede che orienta i flussi del fondo in modo diverso.

L’intenzione è piuttosto chiara: rendere più efficiente il fondo che per regolamento è stato tagliato. L’Aston Martin, proprio come la Mercedes, sta faticando più di altre squadre a ritrovare la downforce perduta con la riduzione di superficie del marciapiede.

Per Andy Green il taglio del fondo penalizzava in modo più pesante le monoposto con un basso angolo di Rake, tanto che il team principal Otmar Szafnauer aveva condotto una sorta di “crociata” per chiedere un cambiamento delle regole che non ha trovato alcun supporto nel paddock, se non frizzi e lazzi.

Aston Martin AMR21 dettaglio del fondo con il ponte di deviatori di flusso davanti alla ruota posteriore

Aston Martin AMR21 dettaglio del fondo con il ponte di deviatori di flusso davanti alla ruota posteriore

Photo by: Uncredited

E, così, anziché piangere sulle ferite, a Silverstone hanno pensato bene di lavorare sodo: in Austria si è visto anche crescere il ponte di deviatori di flusso composto da ben sette elementi di disegno e larghezza diversi posti davanti alle ruote posteriori. La funzione è quella di aprire il flusso verso l’esterno delle ruote dietro e rendere più efficiente il fondo.

Aston Martin AMR21 dettaglio del nuovo diffusore utile a migliorare la scia

Aston Martin AMR21 dettaglio del nuovo diffusore utile a migliorare la scia

Photo by: Uncredited

Queste novità hanno richiesto anche una revisione del diffusore posteriore: gli aerodinamici Aston Martin hanno lavorato sul bordo esterno per estrarre meglio la scia.

condividi
commenti
LIVE Formula 1, Gran Premio d'Austria: Libere 3
Articolo precedente

LIVE Formula 1, Gran Premio d'Austria: Libere 3

Articolo successivo

McLaren: c'è un nuovo fondo con otto flap

McLaren: c'è un nuovo fondo con otto flap
Carica i commenti