F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola
Topic

F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Alfa Romeo: funziona il nuovo fondo con il taglio a Z

La squadra di Hinwil ha adeguato la C41 alla moda imperante in F1 con il fondo che non ha più il taglio in diagonale, ma adotta la soluzione che un po' alla volta hanno introdotto quasi tutte le monoposto. Sul marcipaiede si osservano anche quattro deviatori di flusso obliqui.

Alfa Romeo: funziona il nuovo fondo con il taglio a Z

L’Alfa Romeo ha bene impressionato nelle prove del giovedì del GP di Monaco: Antonio Giovinazzi è ottavo con la C41 e Kimi Raikkonen è decimo. Due piloti nella top ten sono un risultato che è andato ben oltre le previsioni della squadra di Hinwil.

Il team del “biscione” ha beneficiato di un importante aggiornamento tecnico che riguarda il fondo: a Monte Carlo, infatti, ha fatto il suo debutto il marciapiede che nel bordo d’uscita mostra il taglio a Z che ha fatto scuola sulle monoposto 2021.

L’Alfa Romeo è stata una delle ultime squadre a votarsi a questa soluzione che permette di energizzare il flusso destinato a generare la “minigonna pneumatica” utile a sigillare il fondo con l’asfalto, assicurando un incremento della downforce.

Sulla C41 non si osserva solo il taglio a Z, ma anche l’aggiunta di ben quattro deviatori di flusso montati obliquamente dietro ai soffiaggi che caratterizzano il fondo poco dietro ai deviatori di flusso verticali ai lati delle bocche dei radiatori.

condividi
commenti
Hamilton è ottimista, Verstappen poco soddisfatto (per ora)
Articolo precedente

Hamilton è ottimista, Verstappen poco soddisfatto (per ora)

Articolo successivo

Modena: “Fra le sportellate e le scorrettezze c’è un abisso”

Modena: “Fra le sportellate e le scorrettezze c’è un abisso”
Carica i commenti