Strategie Ungheria: è piovuto e si studieranno i primi 20 giri

L'acquazzone della notte seguito da un repentino aumento delle temperature rende difficile per i team la definizione delle strategie di gara, anche perché non è escluso uno scroscio durante la corsa. La Mercedes punta a una sola sosta partendo con le gialle, ma la soluzione più veloce dovrebbe essere quella con due pit: primo stint di 20 giri con le rosse per passare alle hard fino al giro 50 e poi concludere con le medie (o soft).

Strategie Ungheria: è piovuto e si studieranno i primi 20 giri

Non sarà una domenica ordinaria per gli strateghi dei team di Formula 1. Sulla pista dell’Hungaroring si è abbattuto un violento acquazzone terminato a quattro ore dal via del Gran Premio, un arco di tempo nel quale le temperature dovrebbero salire molto ricreando le condizioni viste ieri in qualifica.

Se al via della gara l’asfalto sarà superiore ai cinquanta gradi, le simulazioni delle squadre e della Pirelli ipotizzano uno scenario al limite per chi intende affrontare i settanta giri di gara con una sola sosta.

La strategia più veloce prevede due pit-stop, con primo stint di gara di venti giri con soft, per poi passare alle hard fino al giro 50 e ad un set di medie (o soft) per le ultime venti tornate. Discorso diverso per le due Mercedes, le uniche due monoposto nella top-10 che scatteranno con gomme medie. Per Hamilton e Bottas la sfida sarà riuscire a coprire 30-35 giri prima del pit-stop, provando poi a terminare la gara con un set di hard.

I team saranno però costretti a monitorare l’andamento della corsa nei primi venti giri, per valutare degrado e usura degli pneumatici e decidere sulla base dei dati che ricaveranno in tempo reale la strategia reale.

A complicare maggiormente i piani è anche la possibilità che una perturbazione raggiunga l’Hungaroring dopo il primo terzo di gara, uno scenario che il meteo quota al sessanta per cento.

La disponibilità di set di gomme nuove vede le squadre molto allineate. Tutti i piloti possono contare su un set di hard, mentre l’unico pilota al via a non avere un treno di medie nuove è Valtteri Bottas, che però avrà a disposizione un set di soft risparmiato in qualifica.

condividi
commenti
GP d'Ungheria: Hamilton in pole, ma occhio a Max

Articolo precedente

GP d'Ungheria: Hamilton in pole, ma occhio a Max

Articolo successivo

LIVE Formula 1, Gran Premio di Ungheria: Gara

LIVE Formula 1, Gran Premio di Ungheria: Gara
Carica i commenti