F1 | Steiner: "Il motore Ferrari del 2023 sarà una bomba"

Il team principal della Haas, premiato a Faenza con la medaglia del Senato della Repubblica nell'ambito del Trofeo Bandini, ha riservato una bella anteprima nella conferenza stampa: "Giovedì ho incontrato Binotto e mi ha detto che la power unit Ferrari sarà molto competitiva". Il bolzanino si auguro che la Scuderia possa essere competitiva, perché allora anche la squadra americana potrà fare un salto di qualità con il 6 cilindri di Maranello.

F1 | Steiner: "Il motore Ferrari del 2023 sarà una bomba"

Anche se il premiato è stato Kevin Magnussen, il più acclamato è stato certamente Gunther Steiner, team principal della Haas intervenuto alla consegna del Trofeo Bandini al pilota danese, sabato pomeriggio nel Teatro Masini di Faenza.

Il bolzanino ha una innata capacità mediatica per attrarre l’attenzione e anche ieri prima di ricevere la medaglia del Senato della Repubblica nell’incontro con i giornalisti ha saputo attizzare la curiosità generale con una succosa anticipazione:
“Giovedì ho incontrato Mattia Binotto e mi ha detto che il motore della prossima stagione sarà una bomba. In Emilia Romagna c’è tanto tifo per la Ferrari, e se sarà competitiva sarà positivo anche per noi, perché vorrà dire che la power unit della prossima stagione sarà competitiva!".

Gunther Steiner in conferenza stampa con Magnussen per il Trofeo Bandini

Gunther Steiner in conferenza stampa con Magnussen per il Trofeo Bandini

Photo by: Stefano Casadio

Come abbiamo anticipato su Motorsport.com, i tecnici diretto da Enrico Gualtieri avrebbero risolto i problemi di affidabilità che hanno condizionato la stagione 2022 dello 066/7 e c’è la speranza che anche le squadre clienti, Haas e Alfa Romeo, possano tornare l’anno prossimo a disporre della piena potenza, stimata in almeno una ventina di cavalli in più.

E Steiner ci crede…
"Abbiamo avuto due anni difficili con la pandemia, ma il campionato appena concluso è andato bene, ma poteva anche andare meglio. Lo consideriamo un anno di crescita: Magnussen ci ha regalato una pole position che non era nei piani e nel 2023 vogliamo crescere ancora. L’obiettivo è fare un altro salto di qualità in classifica, per lottare sempre per i punti e un bel giorno salire sul podio".

Il team principal ha riconosciuto l’importanza della Dallara che realizza le parti della Haas e ha sottolineato il valore di Simone Resta, direttore tecnico Haas, ma da bravo battutista quale è non ha risparmiato una punzecchiatura al team che è di casa proprio a Faenza…
“Vedrete, l'anno prossimo avremo una monoposto che rappresenterà un passo avanti. E speriamo di battere anche quest'anno l'AlphaTauri…".

Più diretto di così… 

Leggi anche:
condividi
commenti

F1 | Magnussen ha ricevuto il Trofeo Bandini a Faenza

F1 | Ben Sulayem: "Sanzione Red Bull equa, i rivali volevano il sangue"