Steiner: "Ho preso un rischio: Mazepin non ha Super licenza"

Il team principal della Haas ammette che l'ufficializzazione del pilota russo nel team per il 2021 ha preceduto il fatto che il giovane pilota domenica ottenga la necessaria Super licenza in F2 con un piazzamento chenon superi il settimo posto nella classifica finale: "E' una possibilità remota visto che ora è terzo". In ogni caso potrà chiedere una deroga alla FIA nella stagione COVID: "Sarebbe meglio che la ottenesse in pista".

Steiner: "Ho preso un rischio: Mazepin non ha Super licenza"

Nikita Mazepin sta vivendo giorni molto intensi. Da domani sarà in pista per l’ultimo appuntamento del campionato Formula 2, ma soprattutto da due giorni è ufficialmente un pilota di Formula 1.

Il contratto con la Haas per essere al via del Mondiale 2021 è stato ufficializzato, ma c’è ancora un punto interrogativo, ed è legato alla Super licenza necessaria per poter guidare una monoposto di Formula 1.

Dopo la riforma messa in atto dalla FIA, per ottenere l’ambito ‘passaporto’ indispensabile per accedere al campionato più importante al mondo, un giovane pilota deve accumulare un punteggio nelle formule propedeutiche di 40 punti nell’ultimo triennio, secondo un criterio definito dalla Federazione Internazionale.

Mazepin ha ottenuto 20 punti nel 2018 (secondo nella GP3 Series) e 12 nella scorsa serie Asiatica di Formula 3, che lo ha visto terzo. Per arrivare alla fatidica soglia dei 40 punti il russo dovrà concludere la sua stagione in Formula 2 non sotto la settima posizione della classifica generale, che oggi lo vede terzo.

“C’è ancora una possibilità che possa non arrivare a 40 punti – ha commentato Gunther Steiner – ma è molto remota. Ci siamo presi un rischio, ma credo di averne presi di maggiori nel corso degli anni. Nikita sa cosa deve fare, e già lo scorso weekend ha raccolto dei risultati preziosi senza lasciarsi condizionare dalla pressione”.

Per mancare l’obiettivo i risultati del prossimo fine settimana di Formula 2 dovrebbero confermarsi sorprendenti, ma fino a quando l’aritmetica non darà il suo l’okay definitivo, è necessario aspettare.

Non sono in pochi però a chiedersi cosa accadrebbe qualora Mazepin dovesse imbarcarsi in un weekend nerissimo: salterebbe il contratto con la Haas? No, o meglio, non necessariamente. Se arriverà a 40 punti otterrà in automatico la super licenza, ma qualora non ci riuscisse potrà sottoporre il suo caso all’attenzione della FIA.

La Federazione Internazionale ha introdotto recentemente una novità in tema Super licenza, ufficialmente per valutare situazioni di piloti che possono essere stati condizionati nella loro attività dalle misure restrittive legate al Covid.

Se un pilota ha almeno 30 punti (è il caso di Mazepin) c’è comunque la possibilità di sottoporre il proprio percorso di carriera alla FIA per essere valutato.

“L’obiettivo è non ricorrere a quest’ultima chance – ha spiegato Steiner – è molto meglio chiudere il discorso sul campo senza chiedere alcun aiuto”.

Anche perché collegare il 2020 di Mazepin a presunte difficoltà causate dal Covid diventa un esercizio giuridico tutt’altro che semplice.

condividi
commenti
Podcast story: Pietro Fittipaldi e la nonna risvegliata dal coma
Articolo precedente

Podcast story: Pietro Fittipaldi e la nonna risvegliata dal coma

Articolo successivo

La FIA modifica la barriera dell'incidente di Grosjean

La FIA modifica la barriera dell'incidente di Grosjean
Carica i commenti