Steiner: "Daremo a Schumacher la libertà di sbagliare"

Il team principal della Haas ha spiegato alla Gazzetta dello Sport quale è stato il cambiamento di strategia che ha portato la squadra USA a puntare su due giovani come Mick Schumacher e Nikita Mazepin. L'obiettivo è spendere di meno sui piloti da formare per avere più risorse da destinare alla monoposto 2022: "Non saremo forti nel 2021, dovremo avere pazienza, ma vogliamo esserlo l'anno dopo".

Steiner: "Daremo a Schumacher la libertà di sbagliare"

Gunther Steiner guarda avanti. Ha chiuso un anno difficile con la Haas e volge lo sguardo al futuro dopo aver cambiato entrambi i piloti. Mick Schumacher e Nikita Mazepin sono due giovani debuttanti al posto degli esperti Romain Grosjean e Kevin Magnussen.

In una intervista alla Gazzetta dello Sport il team principal della squadra americana di F1 fa una fotografia della situazione:
“Era il momento giusto di cambiare i piloti, considerato che il 2021 sarà un anno di transizione. E sono fiducioso. Noi partiamo da un presupposto: per imparare bisogna agire e noi vogliamo concedere a Schumacher e Mazepin la possibilità di sbagliare. Nel 2022 ci sarà un cambiamento di regolamento che offrirà tante opportunità”.

“I piloti sono l’asset primario di un team e serviva una scossa. I giovani si stanno imponendo in F1: penso a Leclerc che ha vinto delle gare alla seconda stagione, a Norris che sta facendo benissimo. Oltretutto a livello finanziario costano molto meno e noi preferiamo investire soldi nella macchina del 2022 piuttosto che sui piloti”.

Gunther non vuole commentare il turbolento arrivo di Mazepin…
“Su Nikita non voglio parlare perché temo che le mie parole possano essere strumentalizzate, abbiamo risolto la questione internamente”.

L’altoatesino è più loquace su Mick Schumacher…
“Quando abbiamo deciso di puntare sui giovani ci siamo rivolti a Mattia Binotto sapendo che la Ferrari Driver Academy ne aveva cinque che disputavano la Formula 2. Ma a decidere che fosse Schumacher a venire da noi è stata la Casa di Maranello”.

Ci sono novità anche su Grosjean...
"L'ho sentito a Natale. Sta bene e si è sottopposto a un intervento chirurgico alla mano sinistra. I medici hanno dovuto sistemare un tendine e ora stanno verificando se è il caso di fare un trapianto di pelle".

Steiner nega che verrà chiusa la collaborazione con la Dallara…
“No, Dallara resterà sempre coinvolta anche se meno. Manterremo gli uffici a Varano”.          

Ma ci sarà un rapporto più stretto con la Ferrari?
“Ci aiuterà a crescere. È una buona opportunità avere gente come Simone Resta che ha avuto una carriera importante in F1, realizzando macchine competitive. E così aiutiamo pure il Cavallino che ha personale in eccesso”.

Onesta la previsione 2021…
“Siamo già contenti di esserci ancora. Dovremo avere un po’ di pazienza perché non saremo forti. Ma vogliamo esserlo l’anno dopo”.

condividi
commenti
Tanti auguri Michael Schumacher, ti ricordiamo fuoriclasse

Articolo precedente

Tanti auguri Michael Schumacher, ti ricordiamo fuoriclasse

Articolo successivo

Marko: "L'insicurezza di Vettel nasce col crash di Hockenheim"

Marko: "L'insicurezza di Vettel nasce col crash di Hockenheim"
Carica i commenti