Binotto: "Raggiungeremo la Mercedes entro fine anno!"

Il responsabile dei motori Ferrari promette uno sviluppo costante della power unit nel corso della stagione

Binotto:

Mattia Binotto è il responsabile del reparto motori della Ferrari. Lo 059/3 l’anno scorso è stata l’unica power unit a non vincere nemmeno un Gp. A Maranello contano di dare una sterzata nel 2015 sfruttando le opportunità di sviluppo che il regolamento della FIA concede. Anche se nessuno ne parla ufficialmente è verosimile credere che i ferraristi abbiano usato solo un terzo dei 32 gettoni disponibili, per tentare una rimonta sulla Mercedes nel corso del campionato.

Quanti gettoni di sviluppo avete già usato?
“Il numero dei gettoni rimane un dato confidenziale, ma abbiamo certamente cercato di risparmiare alcuni sviluppi non significativi, per permetterci maggiore interventi durante l'anno. L'area di maggiore intervento è stata la combustione, dai condotti di aspirazione fino alla geometria intera della camera di scoppio. Si è lavorato anche sull’efficienza del turbo e del compressore, per migliorare il recupero di energia elettrica”.

Pensate di aver speso più o meno gettoni della Mercedes? Quanto sarà competitivo il primo dei quattro motori che inizierà il mondiale a Melbourne?
“E’ difficile, forse impossibile sapere cosa faranno gli altri, sarebbe troppo "bello". Sappiamo quanti gettoni abbiamo speso noi e, immaginiamo, che difficilmente la Mercedes possa averne spesi di meno. Partiamo quindi dall'ipotesi che ne avranno utilizzati quanti o più di noi. E comunque il nostro motore d’inizio stagione rappresenta un buon miglioramento rispetto a quello dello scorso anno. La squadra sta lavorando tanto e bene. L'aumento di prestazione della SF15-T è significativo, ma probabilmente non ancora sufficiente per essere a livello dei migliori. Cercheremo le prestazione durante tutto l’arco della stagione”.

Avete modificato l'impianto di iniezione diretta? Siete arrivati a 500 bar di pressione?
“L'anno scorso eravamo forse gli unici a girare già a 500bar. Non per forza questo rappresenta un punto di forza. Stiamo certamente lavorando su iniezione e combustione, questa certamente l'area di maggiore sviluppo della motore termico”.

Avete già usato delle risorse della nuova sede per lo sviluppo di questa monoposto?
“La nuova struttura della Gestione Sportiva non è ancora pronta, quindi, il progetto della SF15-T è stato fatto nel nostro edificio attuale. Posso dire che nuovi banchi prova sono stati introdotti l’anno scorso e sono stati utili per lo sviluppo della nuova PowerUnit”.

Il motore è stato il punto debole dello scorso anno: poco potente e troppo pesante. Quanto è cambiata la situazione oggi?
“Il motore non era abbastanza performante nel confronto con il nostro principale concorrente, e questo è stato uno dei punti di debolezza della scorsa stagione. E, comunque, noi non crediamo che il peso sia stato un vero problema”.

Pensate di raggiungere il livello di competitività della Mercedes?
“Crediamo sia difficile essere al livello della Mercedes già da Australia. Il loro vantaggio era notevole e, inoltre, hanno concentrato tutto il loro sforzo durante la passata stagione a preparare il 2015. Siccome la squadra a Maranello sta lavorando tanto e bene, e le prestazioni della nostra Power Unit stanno migliorando è nostro obiettivo raggiungerli entro la fine del 2015”.

Se avesse potuto ridisegnare da zero la power unit l'avrebbe fatta così?
“Non era tanto questione di ridisegnare la powe runit da zero, ma di partire in anticipo e con più risorse. Certamente chi ha fatto meglio di noi nel 2014 aveva iniziato lo sviluppo di questa nuova motorizzazione molto prima di noi e con notevoli risorse ed investimenti”.

Quanto ha pesato non avere un parco macchine del prodotto con motorizzazioni ibride "importanti" per la realizzazione della power unit?
“Più che la tecnologia ibrida pensiamo sia stato determinante il know-how sui motori a iniezione diretta, turbocompressi e con una combustione molto magra (consumi limitati). Queste sono certamente le aree di ricerca avanzata sulle quali eravamo in difetto rispetto alla concorrenza diretta. Ci siamo attrezzati per colmare questo svantaggio anche grazie all'aiuto dei nostri partner principali…”.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Kimi Raikkonen , Sebastian Vettel
Articolo di tipo Ultime notizie