F1, Spa, Libere 3: Verstappen sul bagnato, Hamilton staccato

Le due Red Bull fanno il vuolo nella terza sessione di prove libere del GP del Belgio che si sono svolte sotto l'acqua. Verstappen ha rifilato oltre un secondo a Hamilton con Perez secondo, mentre Bottas è solo 11esimo. I valori dell'asciutto si sono ribaltati col bagnato. Ottima la prestazione di Norris quarto con la McLaren davanti a Ocon (Alpine) e Stroll (Aston Martin). Male le Ferrari in grave crisi con Sainz 14esimo e Leclerc 16esimo.

F1, Spa, Libere 3: Verstappen sul bagnato, Hamilton staccato

Con la pista bagnata emerge la Red Bull. Max Verstappen ha caricato l'ala posteriore della RB16B nella terza e ultima sessione di prove libere del GP del Belgio, montando un flap mobile rettilineo, e, nonostante questa scelta, l'olandese è stato il più rapido nel primo e nel terzo tratto della pista di Spa-Francorchamps, lasciando la supremazia in quello centrale al compagno di squadra, Sergio Perez, ribaltando i valori di ieri che privilegiavano le Mercedes nei lunghi rettilinei.

Verstappen è stato l'unico a bucare il muro dell'1'57" con le gomme intermedie, arrivando a 1'56"924: il rinnovato compagno di squadra, Sergio Perez, è secondo ma con un distacco importante di 947 millesimi. Il messicano ha fatto meglio di Lewis Hamilton terzo a oltre un secondo, segno che l'equilibrio che si è visto ieri con l'asciutto, sembra saltato sull'acqua a favore delle Red Bull.

Max ha cancellato il botto di ieri pomeriggio con una prestazione molto convincente, mentre la Mercedes non sembra altrettanto a posto, visto che Valtteri Bottas ha chiuso la sessione addirittura all'11esimo posto con un distacco di 2"884 dall'olandese.

La squadra di Brackley deve lavorare: quando le W12 hanno cercato di spingere sono finite lunghe nella via di fuga. Interessante la prestazione di Lando Norris che ha portato la McLaren al quarto posto con un tempo di 1'58"509 davanti a Esteban Ocon con l'Alpone e Lance Stroll con l'Aston Martin. Il pilota di Woking a fine turno, quando è spuntato un raggio di sole, ha deciso di effettuare un giro con le slick a mescola soft: una scelta molto rischiosa che gli ha fatto vivere diversi brividi e che lo hanno consigliato a rientrare subito ai box.

Ci si aspettava di più da Pierre Gasly con l'AlphaTauri: il francese è settimo dopo un innocuo testacoda, mentre Yuki Tsunoda è solo 17esimo: il giapponese ha evitato di fare dei guai e già questo è positivo.

Sebastian Vettel è ottavo con la "verdona" davanti a un ottimo George Russell sempre più in odore di passare alla Mercedes: l'inglese è nono con un buon Nicholas Latifi 12esimo. La sensazione è che la Williams abbia fatto un salto di qualità e che i punti dell'Ungheria non siano stati una casualità.

Male le Ferrari relegate al ruolo delle comprimarie: i tecnici di Maranello speravano che la Rossa potesse comportarsi meglio con il bagnato, ma il risultato che è emerso è negativo. I due piloti hanno continuato a lamentarsi del sottosterzo endemico che colpisce le SF21: Carlos Sainz è 14esimo e Charles Leclerc addirittura 16esimo. Quello del Cavallino è un weekend in salita, iniziato male ieri con il crash del monegasco che ha richiesto la sostituzione del telaio di Leclerc. Non aspettiamoci, quindi, troppo dalla Scuderia che deve stringere i denti su una pista che era dichiarata come ostica alla vettura di Maranello.

Buona la prestazione di Mick Schumacher 15esimo con la Haas: il tedesco si è infilato fra le due rosse, mentre Nikita Mazepin è solo 19esimo con un distacco di mezzo secondo. Male le Alfa Romeo: Antonio Giovinazzi è 18esimo, mentre Kimi Raikkonen è ultimo: prosegue il fine settimana difficile del finlandese che ha coperto solo tre giri a causa di un problema ai freni che non è stato risolto in fretta. La squadra di Hinwil è in una fase di caduta libera...

Cla Pilota Telaio Giri Tempo Distacco Distacco km orari
1 Netherlands Max Verstappen
Red Bull 10 1'56.924 215.647
2 Mexico Sergio Pérez Mendoza
Red Bull 7 1'57.871 0.947 0.947 213.915
3 United Kingdom Lewis Carl Davidson Hamilton
Mercedes 9 1'57.996 1.072 0.125 213.688
4 United Kingdom Lando Norris
McLaren 11 1'58.509 1.585 0.513 212.763
5 France Esteban Ocon
Alpine 15 1'58.913 1.989 0.404 212.040
6 Canada Lance Stroll
Aston Martin 16 1'59.205 2.281 0.292 211.521
7 France Pierre Gasly
AlphaTauri 14 1'59.324 2.400 0.119 211.310
8 Germany Sebastian Vettel
Aston Martin 15 1'59.436 2.512 0.112 211.112
9 United Kingdom George Russell
Williams 9 1'59.492 2.568 0.056 211.013
10 Spain Fernando Alonso
Alpine 16 1'59.613 2.689 0.121 210.799
11 Finland Valtteri Bottas
Mercedes 14 1'59.808 2.884 0.195 210.456
12 Canada Nicholas Latifi
Williams 11 1'59.981 3.057 0.173 210.153
13 Australia Daniel Ricciardo
McLaren 13 2'00.456 3.532 0.475 209.324
14 Spain Carlos Sainz Vázquez de Castro
Ferrari 17 2'00.749 3.825 0.293 208.816
15 Germany Mick Schumacher
Haas 18 2'01.269 4.345 0.520 207.921
16 Monaco Charles Leclerc
Ferrari 14 2'01.370 4.446 0.101 207.748
17 Japan Yuki Tsunoda
AlphaTauri 20 2'01.510 4.586 0.140 207.508
18 Italy Antonio Maria Giovinazzi
Alfa Romeo 20 2'01.512 4.588 0.002 207.505
19 Russian Federation Nikita Mazepin
Haas 19 2'01.792 4.868 0.280 207.028
20 Finland Kimi-Matias Räikkönen
Alfa Romeo 3 2'04.382 7.458 2.590 202.717
condividi
commenti
F1: ecco il calendario aggiornato, i GP scendono a 22

Articolo precedente

F1: ecco il calendario aggiornato, i GP scendono a 22

Articolo successivo

LIVE Formula 1, Gran Premio del Belgio: Qualifiche

LIVE Formula 1, Gran Premio del Belgio: Qualifiche
Carica i commenti