Sondaggio globale GPDA: ecco i primi dati preliminari

Sondaggio globale GPDA: ecco i primi dati preliminari

Il sondaggio di GPDA e Motorsport.com è stato svolto da 200.000 persone, provenienti da 194 Paesi differenti

Motorsport.com e la GPDA (Grand Prix Drivers' Association) hanno reso noti poco fa i primi dati preliminari del sondaggio globale indirizzato a tifosi e appassionati della Formula 1, il più grande progetto mai compiuto in ambito sportivo compiuto in collaborazione con la compagnia di ricerca Repucom, una delle società di spicco del settore.

"La ricchezza dei dati raccolti grazie a tutti coloro che hanno voluto rispondere al sondaggio ha fornito una ricca fonte di informazioni per tutta la Formula 1, con quest'ultima che sarà chiamata a prendere in considerazione i dati emersi e ad analizzarli", ha dichiarato Nigel Geach, vice preseidente della Repucom. "L'indagine compiuta dalla GPDA e Motorsport.com approfondisce la nostra conoscenza del mercato e quello che i tifosi considerano importante riguardo la Formula 1".

Nonostante le preoccupazioni, i tifosi non vogliono una rivoluzione in F.1

Con più di 200.000 partecipanti da 194 Paesi differenti l'indagine GPDA condotta attraverso la piattaforma Motorsport.com ha consegnato una fotografia di vitale importanza rigurdo i punti di vista dei tifosi per ciò che concerne la Formula 1. 

In seguito a un'attenta analisi dei risultati da parte di Repucom, i dati hanno mostrato come per gran parte dei votanti la Formula 1 stia fallendo nel tentativo di attirare nuovo pubblico. Il 75% di questi che seguono da più di dieci anni il Circus iridato ha ammesso di non seguirlo più come un tempo. Nonostante le preoccupazioni, però, è chiaro che i dati indicano che una rivoluzione non servirebbe a mutare la situazione.

La maggior parte dei tifosi si è detta contraria all'introduzione di zavorre, sistemi antincendio, motori standardizzati e meno team che invece portano in pista più di due monoposto a Gran Premio. Questi invece si sono detti favorevoli a iniziative che hanno già avuto successo in passato, come il ritorno alla concorrenza tra i fornitori di pneumatici (79,6%) e alla reintroduzione dei rifornimenti in gara (60%).

Proteggere i valori fondamentali della Formula 1

Charles Bradley, capo editore di Motorsport.com, ha affermato: "Un gran numero di tifosi ha affermato di voler vedere un cambiamento nella F.1 odierna. Seppur però sentano il bisogno di un cambiamento essi vogliono anche proteggere i valori fondamentali della F.1, come la purezza della competizione e ai luoghi in cui è stata fatta la storia della categoria".

"C'è un chiaro messaggio da parte dei tifosi nei confronti di chi stila i regolamenti tecnici e sportivi: c'è bisogno di un ritorno alle origini della Formula 1, lasciando però spazio all'innovazione tecnologica per rendere il suono delle vetture più emozionante e coinvolgente. Questi dati raccolti dalle preferenze dei tifosi non hanno prezzo".

Il presidente della GPDA Alexander Wurz ha affermato: "La natura scientifica di questa indagine, così come siamo in grado di estrarre da essa, vale davvero oro e dovremmo valutarla come merita. Non si ottengono solo tendenze alle 52 domande poste dal questionario, ma vengono forniti profili approfonditi dei tifosi sparsi in tutto il mondo".

"Per la Formula 1 potrebbe rivelarsi necessario porsi determinate domande, è per questo che abbiamo voluto che i tifosi dicessero la loro sullo stato attuale di salute del Circus. L'indagine sui tifosi è stata chiara: non vogliono una revisione radicale dei Gran Premi che rappresentano le radici storiche della F.1".

La sintesi dei risultati del sondaggio globale della GPDA poò essere scaricato già oggi cliccando su gpda.motorsport.com.

 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie