Sochi, Libere 3: Hamilton ancora imprendibile

Sochi, Libere 3: Hamilton ancora imprendibile

L'inglese della Mercedes ha rifilato tre decimi a Rosberg, classificato secondo. Settimo Raikkonen, ottavo Alonso

Il terzo turno di prove libere della Formula 1 sul tracciato russo di Sochi si è disputato su una pista decisamente migliorata rispetto a ieri. Le condizioni dell'asfalto hanno giovato della gommatura dovuta ai diversi turni di prove libere e ufficiali svolti tra ieri e stamattina dalle varie categorie presenti sul circuito russo, mentre continua il dominio delle Mercedes.

E' stato infatti Lewis Hamilton a conquistare la testa della classifica dell'ultimo turno di prove libere a Sochi, facendo segnare un gran tempo con gomme Soft: 1'38"726. Il pilota britannico ha mostrato di avere un passo che appare inarrivabile con la mescola più soffice portata a Sochi da Pirelli ed è stato inoltre protagonista di un testacoda innocuo a sette minuti dal termine delle Libere 3, mentre era intento a migliorare ulteriormente il proprio crono.

Secondo posto per Nico Rosberg, staccato di tre decimi dal compagno di squadra. Rosberg è stato il primo pilota a non riuscire ad abbattere il muro del minuto e trentanove secondi per soli sedici millesimi. Il tedesco sembra essere l'unico a poter impensierire Hamilton nella lotta alla pole di questo poemriggio, mentre in gara le Williams sembrano essere davvero insidiose, soprattutto quella di Valtteri Bottas.

Proprio il pilota finlandese ha colto il terzo posto assoluto, riuscendo a precedere di ben tre decimi la prima monoposto non motorizzata Mercedes: la Red Bull RB10 di Daniel Ricciardo. Il pilota australiano ha compiuto un netto passo avanti nel momento in cui ha montato pneumatici Soft, mentre con le Medium è apparso in difficoltà. Anche più del compagno di squadra Sebastian Vettel (che ha chuso al decimo posto).

Quinto posto per la seconda Williams, quella guidata dal brasiliano Felipe Massa. Le vetture di Grove vanno veloce soprattutto in configurazione gara, ma Massa non sembra avere il medesimo passo di Bottas. Sesto posto per Daniil Kvyat. Il russo continua a sorprendere e a confermarsi una buona scelta per la Red Bull del 2015, mentre la Toro Rosso può gioire per i risultati dei suoi piloti (con Vergne nono), aiutati anche dagli ultimi aggiornamenti che sembrano funzionare molto bene. 

Ancora problemi per quanto riguarda Kimi Raikkonen. Il finlandese, nonostante il settimo posto finale, ha denotato anche in questo terzo turno di prove libere problemi al set up della propria F14-T, specialmente all'anteriore, che non gli permette di inserire la vettura in curva nel modo desiderato. Scarso feeling anche con gli pneumatici Medium, con cui lamenta scarso grip nonostante la pista sia più gommata rispetto a ieri. Alle spalle del ferrarista, troviamo Fernando Alonso. L'asturiano appare più competitivo di Raikkonen con gomme medie, mentre con le soft vale i medesimi tempi del finnico.

Kevin Magnussen, dopo il grande secondo turno di Libere 2 disputato ieri, non è riuscito a ripetersi a causa di una probabile rottura della sospensione posteriore destra della sua McLaren Mp4-29. Il danese ha dovuto parcheggiare la sua monoposto nel rettilineo che collega la Curva 5 alla 6 e ha abbandonato le Libere 3 dopo appena venti minuti. 

Pastor Maldonado ha invece passato gran parte della sessone all'interno del proprio box attendendo che i suoi meccanici riuscissero a risolvere il problema all'ERS che lo ha invece costretto a guardare le Libere 3 dal proprio muretto. 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Lewis Hamilton , Nico Rosberg , Valtteri Bottas
Articolo di tipo Ultime notizie