Alonso: "Vettel in Ferrari? Voci che non aiutano!"

Fernando si è detto rammaricato del fatto che questi rumors siano partiti proprio dall'Italia

Alonso:

In condizioni climatiche un po’ più fresche rispetto a quelle cui si è abituati ai Tropici, Fernando Alonso questa sera ha incontrato per la prima volta la stampa a Singapore. Per i giornalisti il tema di interesse principale è stato il divieto di dare certe comunicazioni via radio a partire da questo fine settimana.

"Sinceramente non credo farà una grande differenza" ha cominciato il pilota della Scuderia Ferrari. "Non penso avrà un impatto particolare sulla gara vera e propria ma anche nell’approccio al lavoro del weekend. Ad ogni modo, in Ferrari non abbiamo mai utilizzato la radio per comunicazioni legate alle prestazioni in pista. La usiamo per mantenere sotto controllo le temperature o per parlare del traffico e della strategia. Non posso dire se il divieto potrebbe incidere diversamente sulle abitudini di altri team. Come ogni cambiamento, anche questo ha generato molta attenzione da parte dei media: è successo anche con la questione relativa al FRIC ma in quel caso abbiamo visto che alla fin fine l’impatto sulle prestazioni in gara non è stato nulla di speciale. Penso che con la nuova regola sulla radio accadrà qualcosa di simile. È come se ci fosse un allenatore di calcio o basket che non può parlare ai propri giocatori. Alla fin fine, però, è l’atleta che calcia o lancia la palla. Il nostro stile non cambierà, non è che non sapremo più come affrontare un circuito".

Invece che lasciarselo scivolare addosso, come sarebbe nel suo stile, lo spagnolo ha poi deciso di discutere le ragioni dietro l’ennesima voce a proposito del suo futuro, questa volta relativa al fatto che lui e Sebastian Vettel, della Red Bull, potrebbero scambiarsi il posto. "È triste quando queste voci si generano in Italia" ha affermato. "È un peccato, perché non aiuta la Ferrari che è invece la ragione per la quale tutti noi siamo qui. Quello della Ferrari è un marchio molto più grande di qualsiasi individuo o anche della Formula 1 in generale. Ho un enorme rispetto per la Ferrari e cerco di mantenere un buon clima tra i ragazzi del team, in modo da avere una squadra unita. È ciò di cui abbiamo bisogno ed è quello che la gente si aspetta da noi. Per questo non capisco quale sia il senso di queste voci che arrivano dall’Italia".

Diversi fattori legati alle caratteristiche di Marina Bay, fanno sì che il consumo di carburante possa giocare un ruolo importante nella gara di domenica. Alonso tuttavia non pensa che questo aspetto possa costituire un vero problema: "È vero che con il carburante saremo al limite qui, e che dovremo risparmiarne un po’ più del solito, ma dovremmo essere in grado di gestire la situazione, anche perché il disegno del tracciato si presta meglio di altri al risparmio di carburante, perché sorpassare è più difficile e difendersi da eventuali attacchi è quindi più semplice".

Infine, si è arrivati a parlare della grande notizia che ha caratterizzato la Ferrari dopo il Gran Premio di Monza: l’annuncio delle dimissioni del Presidente, Luca di Montezemolo: "È stato il nostro punto di riferimento per molti anni che sono stati una grande epoca per la Ferrari" ha riconosciuto Fernando. "Gli auguro la miglior fortuna per i suoi nuovi progetti mentre al nuovo Presidente faccio i miei auguri di buona fortuna e, spero, di un futuro pieno di successi".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Fernando Alonso
Articolo di tipo Ultime notizie