Shovlin: "Mercedes ora non ha più punti di forza"

Il capo degli ingegneri di pista della Stella ammette candidamente che il vantaggio tecnico che la Mercedes aveva negli anni scorsi si è azzerato nel confronto con la Red Bull. La squadra di Brackley è riuscita a portare al successo la W12 al debutto grazie a un grande Hamilton che è riuscito a controllare il ritorno di Verstappen. Quella 2021 sarà una stagione che nel team della Stella si aspettano combattuta in uno spettacolare testa e testa.

Shovlin: "Mercedes ora non ha più punti di forza"

Mercedes batte Red Bull uno a zero. Il GP del Bahrain ha permesso alla W12 di vincere la prima gara di Formula 1 al debutto. Pochi avrebbero scommesso sul successo di Lewis Hamilton a Sakhir, eppure la squadra campione del mondo è riuscita a sorprendere Max Verstappen con una strategia di gara molto aggressiva che ha messo in difficoltà il poleman olandese.

L’epta-campione ci ha messo del suo per mettere nel sacco Max, perché l’inglese ha potuto fare affidamento su un’ottima gestione delle gomme per portare a termine un ultimo stint difensivo nel quale era facile prevedere un sorpasso da parte della Red Bull che non è andato a segno.

Il successo numero 116 della squadra di Brackley, che coincide con il 96esimo di Lewis, è stato festeggiato con un’enfasi degna di un titolo mondiale, nella consapevolezza che la freccia nera non è ancora a punto per esprimere il suo meglio.

Certo il calo delle temperature della domenica ha facilitato il compito riducendo i timori sull’affidabilità della meccanica riducendo ilmrischio di surriscaldamento di alcune parti, ma nonostante il successo che è piovuto dal cielo un po’ a sorpresa, nella squadra diretta da Toto Wolff c’è la consapevolezza che il cammino durante gli altri 22 appuntamenti del campionato non sarà facile.

Nel box di Hamilton e Bottas non hanno dimenticato le difficoltà nei test pre-campionato: in Mercedes non hanno dubbi sul fatto che tutto il vantaggio che la squadra aveva consolidato in precedenza sembra spazzato via da una Red Bull subito competitiva come non mai in passato.

Andrew Shovlin, capo degli ingegneri di pista Mercedes, non ci ha girato intorno: “In questo momento non abbiamo dei punti di forza rispetto a loro. Negli anni siamo sempre stati in grado di fare affidamento sulla velocità in rettilineo o quella nelle curve ad alta velocità e nei transitori. Se analizziamo i dati di domenica non stavamo guadagnando da nessuna parte dek tracciato”.

“In qualifica la Red Bull in un paio di punti guadagnava molto rispetto a noi: parlo del tratto veloce della curva 9/10 dove ci erano superiori e ci siamo difesi in altri punti , ma è indubbio che abbiamo bisogno di un’auto più veloce”.

In Mercedes non sono stupiti e lavoreranno sodo per portare a Imola una freccia nera più competitiva con diverse soluzioni tecniche: a Brackley sono perfettamente consapevoli di aver goduto di un grande vantaggio negli ultimi anni e che la Red Bull ha fatto un grosso passo in avanti.

Non hanno dimenticato la lezione del 2018 quando la prima affermazione arrivò solo alla quarta gara del campionato a Baku, mentre era in corso una dura sfida con Ferrari e Red Bull.

Shovlin ammette che la stagione 2021 è iniziata all’insegna dell’equilibrio tra Mercedes e Red Bull dando la sensazione che vivremo una stagione molto combattuta...

"In passato abbiamo avuto alcuni inizi difficili, ne siamo perfettamente consapevoli ed è per questo che siamo chiamati a lavorare sodo. Ci sono due squadre che sembrano essere praticamente alla pari. Penso che sarà un anno impegnativo in un testa a testa appassionante”.

“Non c'è dubbio che la Red Bull funzioni davvero bene. Sono una squadra acuta e ben concentrata che non commette molti errori. Max è chiaramente un pilota molto maturo e intelligente ora ed è difficile - e si sviluppano bene.

“In ogni stagione hanno dimostrato di avere la capacità di dare molte prestazioni alla macchina. Quindi, indipendentemente dal punto di partenza, questo non sarà un campionato facile. Sarà stretto e non ci arrenderemo. E ti diranno la stessa cosa. "

condividi
commenti
Ecco come Perez ha salvato il suo debutto in Red Bull in Bahrain

Articolo precedente

Ecco come Perez ha salvato il suo debutto in Red Bull in Bahrain

Articolo successivo

Ascolti in crescita per le dirette Sky di Formula 1 e MotoGP

Ascolti in crescita per le dirette Sky di Formula 1 e MotoGP
Carica i commenti