Vettel: "I nostri obiettivi non sono cambiati"

La vittoria di Sepang è stata grandiosa per il ferrarista, che però vuole rimanere realista e non alzare la posta

Vettel:

Sebastian Vettel è stato tra i protagonisti della conferenza stampa di oggi a Shanghai. Del resto, la vittoria di Sepang ha portato molta attenzione da parte dei media sia sul tedesco che sulla Ferrari, che sono stati sicuramente la grande rivelazione di questo primo spiraglio di stagione.

Il quattro volte campione del mondo però continua a voler tenere i piedi ben saldi per terra: "Dobbiamo essere realisti sui nostri obiettivi: la nostra posizione non è cambiata. A Sepang è stata una grande vittoria per il team e per me, un giorno emozionante per entrambi. Poi il ritorno a Maranello è stato speciale, con le persone che lavorano lì: era tanto che la squadra non vinceva e si sono rivisti tanti rituali. È stata un'accoglienza speciale, ci siamo riuniti per un pranzo tutti insieme e festeggiato: ho imparato che quando vinci con la Ferrari al portone di ingresso mattono una bandiera del Cavallino ed era un po' che non capitava. Ora vogliamo aggiungerne altre".

Seb è convinto che il passo mostrato dalla SF15-T in Malesia fosse un qualcosa di reale, ma che la Mercedes sia ancora il punto di riferimento: "In pista abbiamo trovato un buon pacchetto, ora dobbiamo cercare di stare davanti agli altri,ma sappiamo che la Mercedes è molto forte. Il nostro passo in Malesia è realistico, ma non credo che la Mercedes abbia alzato il piede dal pedale: tante circostanze ci hanno favorito, ma per questo GP e i prossimi di inizio stagione sappiamo che possono esserci alti e bassi e dobbiamo cercare di fare in modo che i primi siano più dei secondi".

L'obiettivo è poi quello di continuare a ridurre il gap dai campioni del mondo e di confermarsi davanti alla Williams: "Abbiamo capito discretamente il valore della macchina e vogliamo confermare di essere vicini alla macchine migliori, battere le Williams e confermare che siamo la squadra che sta alle spalle della Mercedes; ottenuto questo, poi, il prossimo obiettivo sarà di ridurre sempre più il gap da loro".

Ora è ad una sola vittoria di distanza dalle 41 di Ayrton Senna, ma Vettel non sembra guardare troppo a questi primati: "Eguagliarlo? Non ci penso, spero solo di raggiungere un'altra vittoria il primo possibile. Ora abbiamo molte più gare rispetto ad Ayrton, noi abbiamo più possbilità di vincere ora. Il record di Schumacher è irraggiungibile".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Sebastian Vettel
Articolo di tipo Ultime notizie