Vettel si scusa pubblicamente con Webber

Vettel si scusa pubblicamente con Webber

Una volta sceso dal podio, Sebastian ha ammesso di non aver seguito gli ordini della Red Bull

Nel dopo gara di Sepang Sebastian Vettel ha dato due versioni della sua visione del duello piuttosto duro con il compagno di squadra Mark Webber. In un primo momento, quando è stato intervistato da Martin Brundle sul podio, ha dato la sensazione di non essere troppo convinto di essere andato un po' fuori dalle righe. Nelle dichiarazioni successive però è poi tornato sui suoi passi e si è scusato pubblicamente con l'australiano, ammettendo di non aver eseguito gli ordini arrivati dalla Red Bull. "E' stata una corsa difficile. Forse sono stato un po' troppo aggressivo quando ho tentato l'attacco perchè non c'era abbastanza spazio per entrambi. La mia strategia comunque era di tenere le gomme più morbide per la fine della gara e mi sono divertito nella battaglia finale, me la sono goduta" ha esordito sul podio Sebastian, che con la vittoria di oggi è tornato in testa alla classifica iridata. E poi ha aggiunto che i "panni sporchi" sarebbero stati lavati in famiglia: "Ovviamente oggi il clima è molto "caldo", ma se c'è qualcosa da dire credo che lo dovremo fare internamente alla squadra. Io però sono convinto che ci siamo divertiti entrambi, anche se è più facile forse dirlo dal gradino più alto del podio". Una volta sceso dal podio però ha ammesso anche lui che gli ordini del muretto erano differenti e si è scusato con Mark: "Ho fatto un grosso errore oggi, perchè avremmo dovuto mantenere le posizioni. Non ho ignorato l'ordine di proposito, ho solo incasinato un po' la situazione. Ho visto che Mark era molto deluso, quindi devo essere onesto e scusarmi con lui. Ho creato una situazione di rischio per superarlo e avrei dovuto comportarmi meglio".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Mark Webber , Sebastian Vettel
Articolo di tipo Ultime notizie