Rosberg: "Rispetto le decisioni del team"

Nel finale di gara Nico è stato invitato a rinunciare ad attaccare Hamilton nonostante fosse più veloce

Rosberg:
E' parso un pizzico amareggiato Nico Rosberg al termine del Gp della Malesia. Il pilota della Mercedes sembrava avere il passo per artigliare un posto sul podio, ma si è dovuto inchinare di fronte ad un ordine di scuderia arrivato dal muretto, che gli ha imposto di accodarsi al compagno di squadra Lewis Hamilton e di accontentarsi del quarto posto. Nonostante la sua faccia tradisse un certo disappunto, il tedesco comunque ha parlato da perfetto aziendalista: "Si lavora in squadra ed io rispetto le decisioni del team. Questa è una giornata importante per noi: fare terzo e quarto, lottando con le Red Bull, vale davvero tanto dopo le difficoltà dello scorso anno. Portare a casa questo piazzamento era troppo importante e credo che al muretto avrebbero preso la stessa decisione anche se fossi stato io davanti a Lewis. In futuro ci sarà tempo per battagliare anche tra di noi". Sul podio Hamilton ha detto di essere anche pronto a scusarsi con lui, ammettendo di essere più lento nel finale di gara, ma Nico ha aggiunto che non dovrà farlo, perchè lui ha fatto solo il suo lavoro: "Mi fa piacere che lo abbia detto, ma non non è necessario. Non deve sentirsi in debito con me, perchè capisco la situazione. Ovviamente c'è una piccola parte di me che avrebbe voluto spingere fino alla fine e andare a prendere il podio, ma verrà il momento anche per quello".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Nico Rosberg
Articolo di tipo Ultime notizie