Marko: "Abbiamo perso il controllo della situazione"

Il manager austriaco però sembra avercela più con la squadra che con Vettel: "Era vicino, quindi ancora in gara"

Marko:
Se ieri Christian Horner era stato piuttosto duro nei riguardi del comportamento di Sebastian Vettel, reo di aver ignorato gli ordini del muretto Red Bull e di essere andato all'attacco di Mark Webber nei giri conclusivi del Gp della Malesia, oggi Helmut Marko sembra dare una visione leggermente differente dell'accaduto. Del resto, il manager austriaco è stato lo scopritore del tre volte campione del mondo e non gradisce mai quando quest'ultimo viene attaccato. A giudicare da quanto ha dichiarato ai microfoni di Sky Sports, il braccio destro di Dietrich Mateschitz sembra quasi scaricare la responsabilità su una cattiva gestione da parte della squadra, sottolineando come la situazione sia finita fuori dal suo controllo e che comunque Vettel era ancora in corsa per la vittoria quando è arrivato l'ordine. "La gara stava andando bene e avevamo chiesto ai nostri piloti di mantenere le posizioni, perchè eravamo preoccupati per la gestione delle gomme, ma devo ammettere che ad un certo punto abbiamo perso il controllo della situazione. E' stato Christian a chiedere ai ragazzi di gestire le gomme e di mantenere le posizioni. Vettel però era subito dietro e ancora in gara, quindi in queste situazioni non è facile parlare con i piloti" ha spiegato Marko. Una cosa è certa però, a Milton Keynes se ne dovrà parlare in maniera approfondita, per evitare che si possa ripetere una situazione come questa in futuro: "Ne dobbiamo parlare all'interno della squadra, perchè dobbiamo controllare meglio i nostri piloti. Non è come alla Mercedes, dove hanno una prima guida dichiarata. Noi li trattiamo allo stesso modo".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Mark Webber , Sebastian Vettel
Articolo di tipo Ultime notizie