Hembery: "Grande versatilità delle intermedie"

Il responsabile della Pirelli commenta i risultati del Gp della Malesia

Hembery:
Il pilota della Ferrari, Fernando Alonso, ha usato tre delle quattro mescole messe a disposizione da Pirelli (Cinturato Blue wet, Cinturato Green intermediate e P Zero White Medium) per andare a vincere il Gran Premio di Malesia e scalare così la classifica del mondiale piloti, occupando la prima posizione. La strategia gomme è stata determinante anche per il pilota della Sauber, Sergio Perez, che ha concluso la sua miglior gara in carriera con un ottimo secondo posto. Gli scrosci di pioggia a pochi minuti dall’inizio della gara hanno spinto tutti i piloti, tranne i due della Scuderia HRT, a partire con i Cinturato Green intermediate. Dopo appena un giro, con l’intensificarsi della pioggia, Perez è rientrato ai box per montare gomme full rain: scelta che gli è valsa il risultato finale. Questa sosta anticipata ha fatto sì che Perez fosse terzo quando la gara è stata sospesa all’ottavo giro a causa della pioggia torrenziale. La gara è poi ripresa dietro la safety car: secondo le regole, tutti i piloti sono stati obbligati a montare gomme full wet. Una volta asciugata la pista, i piloti in testa sono passati a gomme intermedie e questo ha consentito a Perez, per la prima volta in carriera, di portarsi in testa alla gara, prima di essere sorpassato da Fernando Alonso. In realtà, la grande varietà di strategie gomme era emersa già prima che la bandiera rossa venisse esposta. La decisione dell’HRT di iniziare montando gomme full wet ha consentito a Narain Karthikeyan di trovarsi al 10 posto quando la gara è stata sospesa: la prima volta che la Scuderia spagnola finiva un giro nella zona punti. Per contro, il pilota della Toro Rosso, Jean-Eric Vergne, è rimasto su gomme intermedie fino alla bandiera rossa, dimostrando la versatilità del Cinturato Green intermediate, agguantando il settimo posto nonostante l’elevata quantità di acqua in pista. Anche la Scuderia Marussia si è trovata in zona punti, grazie all’ottava posizione conquistata dal giovane pilota Charles Pic dopo la ripartenza. Al 37° giro, il pilota della Toro Rosso, Daniel Ricciardo, è stato il primo a passare a gomme slick, montando P Zero White medium, mentre la decisione di Alonso di montare, tre giri dopo, gomme slick è stata fondamentale e gli è valsa la 28° vittoria in carriera. Il giro più veloce è stato segnato sui P Zero Silver hard dal pilota della Lotus, Kimi Raikkonen, a tre giri dalla fine. Lo stint più lungo della gara è stato registrato sui Cinturato Green intermediate, con 27 giri, da Lewis Hamilton (McLaren), Kimi Raikkonen (Lotus) e Kamui Kobayashi (Sauber). Il Direttore Motorsport Pirelli, Paul Hembery, ha detto: “Questa gara mi ha fatto ricordare il Gp del Canada dello scorso anno, dove anche lì la gara fu sospesa a causa della pioggia. Ancora una volta, ciò ha creato una serie di circostanze avvincenti e ha dato luogo a performance straordinarie, prime tra tutte quelle di Alonso e di Perez. Dopo la ripartenza, è stato determinante per i piloti gestire le gomme intermedie, che hanno dimostrato grande versatilità nelle condizioni più diverse, al fine di mantenerne l’adeguata temperatura di esercizio. I primi due classificati hanno adottato strategie molto diverse tra loro: Alonso ha usato la mescola media e Perez la mescola hard per percorrere l’ultimo stint. Il che dimostra come la nostra decisione di ridurre il divario prestazionale tra le due mescole abbia portato a gare ancor più ravvicinate. Da sottolineare anche l’ottima performance di Bruno Senna, che ha realizzato il suo miglior risultato in carriera, concludendo la gara in sesta posizione”.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie