Domenicali: "Ora niente ansia da prestazione"

Secondo il team principal della Ferrari ora sarà importante non perdere la rotta cercando di strafare

Domenicali:
A poco più di 24 ore dalla bellissima vittoria di Barcellona è tornato a parlare il team principal della Ferrari, Stefano Domenicali. Nel tardo pomeriggio di ieri la Casa di Maranello ha infatti pubblicato un breve comunicato stampa, nel quale il boss della squadra del Cavallino ha analizzato quello che secondo lui è stato l'aspetto fondamentale del secondo successo stagionale colto da Fernando Alonso. "Non è più tempo di festeggiamenti: giusto essersi goduti i bei momenti di ieri, che danno carica, ma se vogliamo lottare per l’obiettivo che ci siamo prefissati all’inizio dell’anno dobbiamo continuare a lavorare a testa bassa. Siamo latini ed è facile farci condizionare, in positivo e in negativo, da vittorie e sconfitte ma noi dobbiamo rimanere tranquilli e concentrati" ha esordito Domenicali. E poi ha aggiunto: "La cosa più importante del fine settimana di Barcellona e aver visto una squadra coesa, motivata e fiduciosa del suo potenziale: la chiave di lettura per interpretare il risultato di ieri è stata proprio la convinzione nei propri mezzi che tutti hanno mostrato sin dall’inizio. Mi ha fatto molto piacere poi vedere che le nostre simulazioni strategiche sono state interamente confermate dalla realtà della pista: è un fattore che dà solidità alle nostre scelte future". Detto questo, Domenicali sa che le prossime tre gare rivestiranno un ruolo fondamentale per il proseguimento del campionato. Quindi tutti alla Ferrari dovranno evitare di farsi prendere dalla voglia di strafare: "Da qui alla fine di giugno ci aspettano tre piste molto diverse fra loro, dove i valori in campo potrebbero mutare anche in base agli sviluppi che tutti porteranno in pista. Noi dovremo fare le scelte giuste, senza entrare in quella che definisco ansia da prestazione, cioè la voglia di strafare, perdendo così la giusta direzione". Anche perchè per portare avanti lo sviluppo bisogna anche continuare a considerare la gestione delle gomme, che ha avuto un ruolo chiave in queste prime gare: "Dovremo cercare il giusto compromesso fra la sperimentazione di nuove soluzioni e la gestione degli pneumatici che, come abbiamo visto, è decisiva. Infine, bisognerà spingere tantissimo sullo sviluppo tenendo presente che, nei prossimi mesi, diverse squadre potrebbero decidere di concentrarsi totalmente sul progetto 2014: quest’anno come non mai sarà un fattore importantissimo".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie