F1, San Paolo, Qualifiche: Hamilton fa una magia, Verstappen staccato

Hamilton con il motore nuovo sigla il giro più veloce nella qualifica del GP di San Paolo che garantisce la partenza al palo della Sprint Qualifying. L'inglese ha lasciato Verstappen a oltre quattro decimi, mentre Bottas è terzo davanti a Perez. Gasly con l'AlphaTauri si conferma quinto davanti alle due Ferrari di Sainz e Leclerc. Le rosse hanno preceduto le due McLaren.

F1, San Paolo, Qualifiche: Hamilton fa una magia, Verstappen staccato

Lewis Hamilton rialza la testa: il sette volte campione del mondo è stato l'unico pilota a sfondare il muro dell'1'08" con il tempo di 1'07"934. L'inglese ha montato un motore fresco (è il quinto della stagione e gli costerà cinque posizioni al via della gara di domenica) capace di raggiungere 4 km/h in più dell'unità gemella di Valtteri Bottas. I motoristi di Brixworth sono sicuri di sfruttare l'alta velocità sui rettilinei della W12 per mettere in difficoltà il leader del mondiale, Max Verstappen.

La Mercedes ha voluto mostrare i muscoli nel giro secco, per cui domani Lewis sarà al palo al via della Sprint Qualifying, ma l'epta campione deve fare i conti con l'olandese che in gara cambia atteggiamento e non avrà il ruolo remissivo che ha mostrato in Q3: il distacco di 438 millesimi è enorme, ma non lo rivedremo domani nella gara di 100 km che può valere tre punti iridati.

Hamilton, assecondato da una freccia nera buona anche d'assetto, non potrà conteggiare la 102esima pole position della carriera dopo la qualifica, ma se ambisce a riaprire la lotta per il titolo è chiamato a conquistarla domani nella garetta.

Verstappen si troverà nella morsa di due W12 perché al terzo posto c'è Valtteri Bottas che è riuscito ad avere la meglio su Sergio Perez con un colpo di reni che ha creato una differenza di appena 14 millesimi di secondo.

Come in Messico la qualifica va nella direzione della Mercedes ma sarà di nuovo la partenza  a stabilire le gerarchie della garetta. Max può anche accontentarsi di lasciare un punto al rivale, evitando i guai di un contatto, contando poi sul fatto che Lewis domenica dovrà scivolare di cinque piazze più indietro e l'arancione avrà in mano la carta vincente.

Dietro ai top team si consolida la posizione di Pierre Gasly abbonato al quarto posto con l'AlphaTauri. La squadra di Faenza sta capitalizzando il potenziale della AT02 e la consistenza di un pilota che non perde un colpo: non deve stupire vedere il transalpino di nuovo davanti alle Ferrari.

Carlos Sainz è in gran forma: lo spagnolo è sesto davanti a Charles Leclerc un po' più pasticcione. Il monegasco ha dovuto spendere un treno in più in Q1 dopo essersi visto annullare il tempo per un track limit alla curva 4, per cui Leclerc si è trovato in Q3 con la possibilità di tentare solo un colpo con la gomma nuova.

La squadra del Cavallino, comunque, ha messo due macchine davanti alle McLaren di Lando Norris e Daniel Ricciardo che, dopo aver fatto pre-tattica nelle libere evitando l'uso della mescola soft, sono venute allo scoperto. La simulazione di Maranello diceva che le MCL35 M potevano essere davanti in Brasile: finora non è stato così e lascia pensare che la Ferrari possa allungare sulla squadra di Woking il bottino di vantaggio.

Eccellente anche il "vecchietto" Fernando Alonso che raccoglie il massimo dall'Alpine con una decima posizione che rappresenta l'attuale valore della macchina. La A521 non è un granché e la minaccia dell'AlphaTauri nella sfida per il quinto posto nel mondiale Costruttori si sta facendo molto realistica, dopo l'aggancio in classifica avvenuto in Messico.

Resta fuori dalla Top-10 Esteban Ocon con l'Alpine: il francese è rimasto fuori per 52 millesimi di secondo dal compagno di squadra. Sebastian Vettel ha portato l'Aston Martin in 12esima piazza, tirado fuori il massimo da una AMR21 che non sembra adattarsi a questo tracciato veloce.

Non ha brillato nel giro secco Yuki Tsunoda con l'AlphaTauri: il giapponese non ha capitalizzato il lavoro positivo svolto nelle libere e si deve accontentare del 13esimo posto. Le due Alfa Romeo procedono di conserva con Kimi Raikkonen 14esimo capace di stare davanti al giubilato Antonio Giovinazzi: l'italiano ha commesso un errore nell'ultimo run e ha abortito quello che doveva essere il giro buono.

Non esce dalla Q1 Lance Stroll con l'Aston Martin: il canadese è l'escluso illustre della prima sessione cronometrata. La "verdona" non è sembrata particolarmente competitiva sui curvoni veloci di Interlagos, al punto che le due Williams FW43B, a parità di motore Mercedes, sono staccate solo di un paio di decimi.

La notizia nel team di Grove è che Nicholas Latifi ha chiuso 17esimo, davanti al più blasonato compagno di squadra George Russell, segno che la superiorità mostrata già questa mattina dal canadese non era casuale, ma il frutto di un buon feeling con la pista.

L'ultima fila è delle Haas: si è notevolmente ridotto il distacco di Nikita Mazepin da Mick Schumacher. Il russo dopo una sbisciolata alla curva 4 nella quale ha avuto la prontezza di controllare il rischioso pendolo, è riuscito a contenete in un paio di decimi il distacco dal tedesco, mentre nell'unico turno di libere c'era un abisso. 

Cla Pilota Telaio Giri Tempo Distacco Distacco km orari
1 United Kingdom Lewis Carl Davidson Hamilton
Mercedes 0 1'07.934 228.345
2 Netherlands Max Verstappen
Red Bull 0 1'08.372 0.438 226.882
3 Finland Valtteri Bottas
Mercedes 0 1'08.469 0.535 226.560
4 Mexico Sergio Pérez Mendoza
Red Bull 0 1'08.483 0.549 226.514
5 France Pierre Gasly
AlphaTauri 0 1'08.777 0.843 225.546
6 Spain Carlos Sainz Vázquez de Castro
Ferrari 0 1'08.826 0.892 225.385
7 Monaco Charles Leclerc
Ferrari 0 1'08.960 1.026 224.947
8 United Kingdom Lando Norris
McLaren 0 1'08.980 1.046 224.882
9 Australia Daniel Ricciardo
McLaren 0 1'09.039 1.105 224.690
10 Spain Fernando Alonso
Alpine 0 1'09.113 1.179 224.449
11 France Esteban Ocon
Alpine 0 1'09.189 1.255 224.203
12 Germany Sebastian Vettel
Aston Martin 0 1'09.399 1.465 223.524
13 Japan Yuki Tsunoda
AlphaTauri 0 1'09.483 1.549 223.254
14 Finland Kimi-Matias Räikkönen
Alfa Romeo 0 1'09.503 1.569 223.190
15 Italy Antonio Maria Giovinazzi
Alfa Romeo 0 1'10.227 2.293 220.889
16 Canada Lance Stroll
Aston Martin 0 1'09.663 1.729 222.677
17 Canada Nicholas Latifi
Williams 0 1'09.897 1.963 221.932
18 United Kingdom George Russell
Williams 0 1'09.953 2.019 221.754
19 Germany Mick Schumacher
Haas 0 1'10.329 2.395 220.569
20 Russian Federation Nikita Mazepin
Haas 0 1'10.589 2.655 219.756
condividi
commenti
LIVE Formula 1 | Gran Premio di San Paolo: Qualifiche
Articolo precedente

LIVE Formula 1 | Gran Premio di San Paolo: Qualifiche

Articolo successivo

Podcast F1 | Chinchero: "Max dovrà stare molto attento a Bottas"

Podcast F1 | Chinchero: "Max dovrà stare molto attento a Bottas"
Carica i commenti