Formula 1
G
GP di Stiria
09 lug
-
12 lug
Prossimo evento tra
6 giorni
G
GP 70° Anniversario
06 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
34 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
FP1 in
120 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
FP1 in
134 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
FP1 in
148 giorni

F1: saltano Baku e Singapore, c'è lo spazio per il Mugello

condividi
commenti
F1: saltano Baku e Singapore, c'è lo spazio per il Mugello
Di:
12 giu 2020, 07:30

Secondo le informazioni di Motorsport.com oggi dovrebbero essere ufficializzate le rinunce dei due circuiti cittadini. Crescono le possibilità di vedere la 1000esima gara della Ferrari al Mugello, mentre il Bahrain raddoppia sull'ovale.

Ora il Mugello ci crede davvero. Per rendere concreta la candidatura della pista toscana ad ospitare la nona tappa del Mondiale di Formula 1 2020 (il prossimo 13 settembre) era indispensabile il forfait di Baku.

Nei piani di Liberty e FIA il Gran Premio di Azerbaijan era previsto il 20 settembre, come prima tappa extra europea del 2020 che avrebbe dovuto precedere la tappa di Sochi.

Con la cancellazione di Baku, che sarà ufficializzata probabilmente oggi, la stagione europea potrebbe essere prolungata con l’obiettivo di arrivare ad almeno dieci gare.

La candidatura della pista del Mugello si sposa perfettamente con le esigenze che la Formula 1 avrà dopo il Gran Premio d’Italia (in programma il 6 settembre), offrendo ai team la possibilità di poter essere raggiunta facilmente a tutto vantaggio dei piani logistici, molto stressati dalla compressione del calendario. Per la Ferrari ci sarebbe anche la "ciliegina" di festeggiare il 1000esimo GP proprio sulla sua pista...

Resta aperta anche la possibilità Hockenheim, ma potrebbe non essere una concorrente del Mugello quanto un’ulteriore opportunità da inserire in un calendario che punta a mettersi al riparo da potenziali defezioni delle tappe programmate al di fuori del vecchio continente.

“Esiste la possibilità di prolungare la stagione europea aggiungendo una due gare – ha confermato Ross Brown – mentre Bahrein e Abu Dhabi saranno le tappe finali della stagione. Oggi abbiamo la certezza di dieci gare (le otto europee più del due in Medio Oriente) e stiamo lavorando con l’obiettivo di altre cinque o sei buone piste nel mezzo”.

Il forfait di Baku sarà ufficializzato insieme a quello di Singapore, e non è un caso che si tratti di due piste cittadine, ovvero tracciati che necessitano di grandi spese di allestimento.

Senza la certezza di poter rientrare dell’investimento con gli incassi derivanti dalla presenza del pubblico, il rischio per i promotor è stato giudicato troppo elevato, ed è arrivato l’arrivederci al 2021. Anche la tappa di Suzuka è destinata ad essere cancellata, mentre sono ancora in stand-by sia Shanghai che Sochi.

In attesa di capire come si evolverà la situazione soprattutto negli Stati Uniti, in Brasile ed in Vietnam, la Formula 1 si è riservata la possibilità di disputare una doppia gara in Bahrain.

Ed il Gran Premio ‘bis’ potrebbe riservare una novità, ovvero un layout diverso del circuito di Al Sakhir. “È una configurazione affascinante – ha confermato Brawn – con dei tratti da circuito ovale, ed è già omologata con licenza grado 1 della FIA, quindi abilitata ad ospitare la Formula 1. Ma essendo un layout molto diverso, dovremo decidere garantendo un certo preavviso”.

Articolo successivo
Addio a Hans Mezger, il papà dei motori Porsche

Articolo precedente

Addio a Hans Mezger, il papà dei motori Porsche

Articolo successivo

F1: ufficiale anche la cancellazione del GP del Giappone

F1: ufficiale anche la cancellazione del GP del Giappone
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Autore Roberto Chinchero