Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Svizzera

F1 | Sainz: "Sono veloce, ma perdo troppo nel primo settore"

Il pilota della Ferrari ha vissuto una qualifica complicata a Jeddah, ma prenderà il via dalla seconda fila approfittando della penalità del compagno di squadra Leclerc e del problema tecnico che ha rallentato Verstappen. Ora vuole trovare una chiave per migliorare il T1 e battagliare per il podio.

Carlos Sainz, Ferrari SF-23

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Non è stata una qualifica semplice quella che ha vissuto Carlos Sainz a Jeddah. Il pilota della Ferrari ha faticato a passare il taglio nella Q2, al punto che è stato costretto a sacrificare un secondo set di gomme soft. Poi nella Q3 ci ha messo una pezza, riuscendo almeno a piazzarsi quinto, anche se il gap di oltre mezzo secondo nei confronti della SF-23 gemella di Charles Leclerc è pesante.

Proprio la penalità incassata dal monegasco, che arretrerà dal secondo al 12° posto per aver già dovuto montare la terza centralina di questa stagione, gli permetterà di avanzare in seconda fila. Lo spagnolo però è consapevole di avere bisogno di uno step importante per rimanere agganciato al trenino del podio, soprattutto nel T1 del velocissimo circuito saudita.

"Ho avuto tantissimi problemi nel primo settore in questa qualifica. C'è qualcosa da guardare, perché perdevo tutto in quel tratto, almeno 3-4 decimi. Nel resto della pista ero veloce, ma perdevo troppo nel primo settore. Poi ho dovuto usare un secondo set di gomme in Q2 e questo mi ha un po' compromesso la Q3. La cosa positiva è che la gara è domani e proveremo a fare una rimonta", ha detto il figlio d'arte ai microfoni di Sky Sport F1.

Lo spagnolo ha anche ammesso che la preparazione per arrivare alla qualifica è stata più complicata di quanto si sarebbero aspettati a Maranello, perché questa era una pista che sulla carta avrebbe dovuto aiutare la Rossa. Con onestà, però, Carlos ha ribadito di essere stato lui l'anello debole nelle qualifiche di oggi.

Carlos Sainz, Ferrari SF-23

Carlos Sainz, Ferrari SF-23

Photo by: Glenn Dunbar / Motorsport Images

"Non è stato l'inizio di weekend che volevamo, un passettino indietro rispetto a quello che ci saremmo aspettati. Ma è la prima volta che venivamo su questo circuito con questa macchina, quindi abbiamo qualcosa da verificare. Però penso che Charles abbia sfruttato molto bene la macchina, soprattutto nel primo settore, quindi devo migliorare io".

Questa è una pista molto meno critica per il degrado delle gomme rispetto a quella del Bahrain, quindi ci si attende una Ferrari più competitiva anche in gara. Sainz non nega quindi che l'obiettivo deve essere il podio, a maggior ragione con la Red Bull di Max Verstappen che scatterà solo 15° dopo un problema tecnico accusato in Q2.

"Mi aspetto di essere nella lotta con l'Aston Martin e le Mercedes. Penso che abbiamo una buona occasione di arrivare sul podio. La vittoria con Perez in pole position e Verstappen che rimonterà non credo che sarà facile, ma ci metteremo tutto per provarci", ha concluso.

Leggi anche:
Carlos Sainz, Scuderia Ferrari

Carlos Sainz, Scuderia Ferrari

Photo by: Motorsport Images

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente F1 | Leclerc: "Contento del mio giro, ma felice a metà"
Articolo successivo F1 | Alonso in prima fila: "Bella sensazione, ottimisti per la gara"

Top Comments

Non ci sono ancora commenti. Perché non ne scrivi uno?

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Svizzera