F1 | Sainz: "Ero scioccato dal vedere ciò che Leclerc faceva"

Carlos Sainz Jr. ha sottolineato come, al suo arrivo in Ferrari, sia rimasto scioccato vedendo ciò che Leclerc era in grado di fare con la monoposto. "Sono migliorato, ma in inverno lavorerò ancora tanto", ha aggiunto.

F1 | Sainz: "Ero scioccato dal vedere ciò che Leclerc faceva"

Carlos Sainz Jr. un anno dopo. E' già passata la prima stagione da ferrarista del pilota madrileno e, a ben vedere, questa è stata subito positiva. Sebbene sia stato autore di qualche errore di troppo nella prima metà della stagione, Carlos è riuscito a chiudere al quinto posto nel Mondiale Piloti, il primo di un team che non fosse Mercedes o Red Bull.

Certo, per la prima parte di stagione Sainz ha sofferto il cambiamento di monoposto commettendo una serie di errori che ne hanno pregiudicato i risultati domenicali, ma poi, una volta conosciuta meglio la SF21 e il team, Sainz ha sfoderato una serie di prestazioni sfociate poi in tanti punti che hanno permesso alla Ferrari di chiudere in terza posizione nel Mondiale Costruttori, battendo la McLaren. Ma anche lo stesso Sainz di fare meglio del più quotato compagno di squadra, Charles Leclerc.

Al termine della stagione il pilota spagnolo ha raccontato come sia andata la prima stagione da pilota Ferrari in Formula 1. Dal suo racconto sono emerse cose molto interessanti, ad esempio il primo approccio avuto con i dati di Charles Leclerc in pista.

Un contatto che ha stupito non poco il madrileno, con Leclerc capace di fare cose che - a suo dire - lo hanno lasciato stupefatto.

"Dal momento in cui sono arrivato ai test invernali 2021 in Bahrain, ho avuto un sacco di cose da imparare da Charles", ha cominciato Sainz. "Il modo in cui guidava la Ferrari era molto particolare e questo lo ha aiutato a essere veloce per tutta la stagione. Io ho dovuto adattarmi a quello che faceva lui. Ho dovuto copiare molte cose che vedevo dai dati".

 

"A volte era difficile credere che fosse possibile farlo, era così dannatamente veloce che in realtà ero un po' sotto shock. Ma poco a poco, adattandomi e cercando di imparare da lui, sono riuscito a raggiungere un buon livello".

Essere riuscito a concludere quinto nel Mondiale Piloti, davanti al suo ex compagno di squadra Lando Norris e il suo attuale compagno di squadra, non renderà meno laborioso l'inverno di Sainz. Carlos ha affermato di essere cosciente di avere ancora tante cose da migliorare, anche, se non soprattutto, nei confronti del suo compagno di squadra. Ecco perché la pausa da dicembre a febbraio servirà per lavorare ulteriormente e provare a colmare il gap che attualmente separa Sainz da Leclerc.

Leggi anche:

"Ci sono ancora cose che in pausa invernale dovrò affrontare, perché lui è ancora molto più forte di me in tante aree. Ci scambieremo alcune informazioni e cercheremo di diventare entrambi piloti migliori imparando l'uno dall'altro", ha concluso il pilota della Ferrari.

condividi
commenti
Sulayem: "Fabiana Ecclestone con me per meriti, non per Bernie"
Articolo precedente

Sulayem: "Fabiana Ecclestone con me per meriti, non per Bernie"

Articolo successivo

Alonso: "Il successo di Honda? Merito del nuovo managment"

Alonso: "Il successo di Honda? Merito del nuovo managment"
Carica i commenti