Rosberg e Hamilton restano liberi di battagliare

Rosberg e Hamilton restano liberi di battagliare

I due si sono chiariti in riunione a Brackley: la Mercedes non darà ordini di scuderia, ma non tollererà altri contatti

La Mercedes ha deciso: nonostante l'incidente di Spa-Francorchamps, Lewis Hamilton e Nico Rosberg resteranno liberi di battagliare nelle rimanenti sette gare del Mondiale di Formula 1 2014. E' stato questo l'esito della riunione che si è tenuta oggi a Brackley, alla quale sono stati convocati i due piloti per parlare con Toto Wolff e Paddy Lowe.

In un breve comunicato stampa diffuso al termine di questo incontro è stato spiegato appunto che la decisione finale è stata di non applicare ordini di scuderia, quindi Rosberg ed Hamilton potranno continuare a giocarsi il titolo. A questo però è stato aggiunto che non saranno tollerate però ulteriori collisioni, manifestando comunque grande fiducia nel fatto che la coppia abbia capito che questo è un punto chiave per il team.

Ma non è tutto, perché i due piloti si sarebbero riappacificati durante questa chiacchierata, in quanto Nico ha riconosciuto la sua responsabilità nel contatto che ha rovinato la gara di entrambi dopo appena due giri in Belgio, chiedendo scusa a Lewis.

La squadra ha anche intrapreso un'azione disciplinare nei confronti del pilota tedesco, anche se nella nota diffusa pochi minuti fa non viene specificata la natura di questa. La settimana prossima, dunque, si ripartirà da Monza con il figlio d'arte in vantaggio di 29 lunghezze nella classifica iridata.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Lewis Hamilton , Nico Rosberg
Articolo di tipo Ultime notizie