F1: rinnovo triennale per il GP del Giappone a Suzuka

La Formula 1 continuerà ad organizzare il Gran Premio del Giappone a Suzuka almeno fino alla fine della stagione 2024, dopo aver firmato un prolungamento del contratto di tre anni.

F1: rinnovo triennale per il GP del Giappone a Suzuka

Tranne che in due occasioni, Suzuka ho ospitato il Gran Premio del Giappone ogni anno da quando è entrata in Formula 1 nel 1987, ma il suo contratto in essere era destinato a scadere dopo l'edizione 2021, prevista per il weekend del 10 ottobre.

Con un annuncio fatto sabato mattina, la F1 ha rivelato di aver concordato un'estensione di tre anni per il Gran Premio del Giappone insieme a Mobilityland, che è il promoter dell'evento.

"Sono davvero felice che la Formula 1 continuerà a correre sul circuito di Suzuka per altri tre anni", ha detto il CEO e presidente della F1 Stefano Domenicali.

"Il Giappone occupa un posto speciale nei cuori e nelle menti degli appassionati di F1 di tutto il mondo, e Suzuka ha ospitato molti dei momenti più leggendari di questo sport, con 11 titoli piloti decisi lì".

"Il Gran Premio del Giappone ha sempre messo in mostra gare avvincenti, sul filo del rasoio, e sono entusiasta di poter continuare a portare l'azione e l'eccitazione della Formula 1 agli appassionati di motori del Giappone".

Alcune preoccupazioni riguardo al futuro della Formula 1 in Giappone erano state sollevate vista l'imminente uscita di scena della Honda, prevista a fine 2021, ma l'ascesa di Yuki Tsunoda, nuovo pilota dell'AlphaTauri, potrà portare una nuova ondata di interesse anche nei prossimi anni.

Domenicali ha detto che l'estensione del contratto con Suzuka è "parte del nostro impegno a lungo termine per far crescere la F1 in Asia". La F1 corre anche a Singapore e in Cina, mentre la gara cancellata in Vietnam rimane una strada che la serie è desiderosa di esplorare in futuro.

"Come risultato di ripetuti negoziati con la Formula 1, siamo stati in grado di concludere un contratto per ospitare l'evento dall'anno 2022 in poi", ha detto il direttore di Mobilityland, Kaoru Tanaka.

"Vorremmo esprimere la nostra sincera gratitudine ai membri della Formula 1, tra cui in primo luogo il signor Stefano Domenicali, per la grande comprensione che è stata dimostrata durante i negoziati".

"Siamo determinati a continuare i nostri sforzi insieme ai residenti locali della prefettura di Mie e della città di Suzuka, in modo che il circuito di Suzuka continui ad essere amato dai fan di tutto il mondo e contribuisca alla prosperità della cultura degli sport motoristici".

Suzuka celebrerà il suo 60° anniversario nel 2022, con Tanaka che ha detto che la pista segnerà la pietra miliare affrontando "nuove sfide per il futuro, pur avendo a cuore la storia e le tradizioni di questo sport, in modo da poter fornire ai fan sorprese, gioie ed esperienze emozionanti".

condividi
commenti
Podcast: Imola '89, un salvataggio da veri Leoni
Articolo precedente

Podcast: Imola '89, un salvataggio da veri Leoni

Articolo successivo

Ghini: "L'esperienza non paga, a Imola meglio i piloti giovani"

Ghini: "L'esperienza non paga, a Imola meglio i piloti giovani"
Carica i commenti