Ricciardo soddisfatto: "Mi gioco tutto in qualifica"

Daniel è contento di un buon venerdì dopo le prove libere di Sochi: l'australiano ha portato la Renault al terzo posto centrando un giro da qualifica perfetto, ma non si nasconde, perché nelle simulazioni di gara il suo ritmo è stato buono, ma non eccezionale nel confronto diretto con Verstappen e Sainz. Si giocherà molto del possibile podio in gara nella qualifica.

Ricciardo soddisfatto: "Mi gioco tutto in qualifica"

È vera gloria? La Renault di Daniel Ricciardo ha completato un ottimo venerdì, e non è la prima volta. L’australiano si è confermato primo degli altri, ad una distanza scoraggiante dalle due Mercedes di testa ma davanti a tutto il resto del gruppo, ovvero la posizione che la Renault sogna di poter mantenere domenica sotto la bandiera a scacchi.

Ricciardo è stato tra i pochi piloti a completare una simulazione di qualifica perfetta, riuscendo a mettere insieme i suoi migliori tempi nei tre settori, e questo gli ha assicurato la terza posizione davanti a Carlos Sainz, ma Daniel non si sbilancia molto in vista del proseguo del weekend.

La notizia positiva per lui è che la Red Bull ha iniziato il fine settimana russo con diversi problemi, ma c’è anche una McLaren molto vicina.

“È un buon venerdì – ha confermato – forse è la prima volta che mi trovo stabilmente in questa zona della classifica. Secondo FP1 e terzo in FP2 non è male, ma serve confermarsi in qualifica su questi standard per poter puntare al podio. Se riuscirò a mantenere questa posizione domani pomeriggio allora sì, sarò molto fiducioso. Ma non sarà semplice, i margini sono molto ridotti e servirà avere quel decimo che farà la differenza”.

Ricciardo non si nasconde, perché nelle simulazioni di gara il suo ritmo è stato buono, ma non eccezionale nel confronto diretto con Verstappen e Sainz. L’olandese ha confermato un ritmo migliore sia con le soft che con le medie, mentre nei confronti di Sainz il verdetto lo vede più veloce con le soft, e leggermente più lento con le medie.

Sarà cruciale la posizione di partenza, e per questo Ricciardo punta molto sulla qualifica di domani, una sfida aperta che l’australiano spera di aggiudicarsi.

condividi
commenti
McLaren, quanto vale il nuovo muso? Il team non lo sa ancora
Articolo precedente

McLaren, quanto vale il nuovo muso? Il team non lo sa ancora

Articolo successivo

La Ferrari lavora per la gara, ma la coperta è molto corta

La Ferrari lavora per la gara, ma la coperta è molto corta
Carica i commenti