Revisione negata: la FIA boccia il reclamo della Mercedes

Dopo una discussione infinita il collegio dei commissari sportivi del GP di San Paolo hanno decretato con una sentenza di quattro pagine come mai il ricorso della Mercedes non è stato accolto: le nuove immagini del camera car e della 360° sono state ritenute rilevanti, ma non significative. Ora come si comporteranno i piloti in bagarre? Leclerc, per esempio, ha detto che adeguerà il suo stile di guida alle nuove interpretazioni...

Revisione negata: la FIA boccia il reclamo della Mercedes

Tre su tre: anche la revisione richiesta dalla Mercedes sui fatti della curva 4 nel GP di San Paolo non ha sortito alcun effetto. La FIA ha rigettato la richiesta del team campione del mondo, per cui il risultato di domenica scorsa è omologato. Max Verstappen non rischia una sanzione per la dura manovra nel corso del giro 48, quando ha costretto Lewis Hamilton ad andare nella via di fuga per evitare un possibile contatto.

La Mercedes al collegio dei commissari sportivi del Brasile ha presentato come nuova prova il video del camera car di Verstappen che non era stato mandato in onda durante la diretta del GP, ma gli stewart hanno valutato che le nuove immagini "erano rilevanti ma non significative" perché non hanno aggiunto niente al caso.

Per la FIA, quindi, non è emerso nulla di nuovo o di significativo rispetto ai video che erano andati in onda. Da questo punto di vista la questione è stata definita, ma stupisce che per arrivare a un non luogo a procedere ci sia voluto così tanto tempo.

In realtà la Federazione Internazionale ora si trova con un problema serio, perché cambierà l’approccio dei piloti ai sorpassi. Charles Leclerc ieri ha dichiarato che adeguerà il suo modo di guidare in bagarre dopo la mancata penalizzazione di Verstappen, lasciando intendere che si potrà essere più aggressivi quando ci si trova in una traiettoria interna.

Leggi anche:

La direzione gara aveva notato l’azione di Verstappen al giro 48 del GP di San Paolo, ma il collegio dei commissari sportivi aveva deciso di non investigare la manovra del pilota Red Bull.

Toto Wolff ha spiegato che la Stella ha presentato una richiesta di revisione non tanto nella speranza che a Verstappen venisse applicata una sanzione, quanto nella speranza che la FIA facesse chiarezza sul comportamento che dovranno tenere i piloti in bagarre. E su questo tema la partita resta apertissima: “La sensazione – ha aggiunto Wolff – è che i piloti non possano più tentare un attacco all’esterno”.

condividi
commenti
F1 | Losail, Libere 1: le due Mercedes inseguono Verstappen e Gasly
Articolo precedente

F1 | Losail, Libere 1: le due Mercedes inseguono Verstappen e Gasly

Articolo successivo

LIVE Formula 1 | Gran Premio del Qatar: Libere 2

LIVE Formula 1 | Gran Premio del Qatar: Libere 2
Carica i commenti