Renault: tre settimane per trovare soluzioni definitive

condividi
commenti
Renault: tre settimane per trovare soluzioni definitive
Di: Matteo Nugnes
21 apr 2015, 11:26

Taffin ed Abiteboul sperano di arrivare in Spagna con una power unit finalmente affidabile e più competitiva

Il Gp del Bahrein non è stato particolarmente favorevole per le monoposto motizzate con le power unit Renault. Le due Red Bull hanno conquistato entrambe la zona punti, con Daniel Ricciardo in sesta posizione (ma sulla sua vettura c'è stata una rottura subito dopo la bandiera a scacchi) e Daniil Kvyat nono in rimonta dopo aver preso il via dal 17esimo posto.

Decisamente più negativa la domenica della Toro Rosso, costretta al ritiro con entrambe le monoposto: quella di Max Verstappen probabilmente a causa di un problema elettrico, mentre il ko di Carlos Sainz Jr è legato ai freni. Un peccato, visto che lo spagnolo sembrava nuovamente in grado di puntare alla zona punti.

Remi Taffin, Direttore delle Operazioni di Renault Sport F1, spiega però che si tratta di risultati in linea con le aspettative: "La doppietta a punti per Red Bull è il miglior risultato che potevamo sperare oggi. Siamo stati prudenti nell’utilizzo delle power uNon volevamo subire un nuovo problema motore questo fine settimana, e preferisco considerare un segnale positivo il fatto che sia sopravvenuto proprio alla fine della corsa e che non abbia avuto impatti sul risultato di Daniel.nit, perché sappiamo che c’erano rischi di affidabilità. Siamo riusciti ad arrivare al traguardo giusto in tempo con Red Bull. Non è stata invece una bella giornata per Toro Rosso: sembrava che Carlos fosse in grado di finire ancora una volta a punti, ma ha dovuto ritirarsi. Per quanto riguarda Max, ha avuto apparentemente un problema elettrico".

La sua speranza è che in Spagna ci siano finalmente soluzioni definitive per i problemi che hanno tormentato le prime quattro gare: "Il prossimo Gran Premio si svolgerà fra tre settimane e potremo quindi analizzare dettagliatamente le prime quattro corse, gli aspetti positivi e quelli negativi. Cercheremo anche di risolvere definitivamente i problemi che abbiamo incontrato in questo inizio stagione e di progredire su tutti i fronti".

Del problema alla power unit di Ricciardo ha parlato invece il Direttore Generale Cyril Abiteboul: "Non volevamo subire un nuovo problema di motore questo fine settimana, e preferisco considerare un segnale positivo il fatto che sia sopravvenuto proprio alla fine della corsa e che non abbia avuto impatti sul risultato di Daniel".

Anche lui poi è convinto che le tre settimane che ci separano dalla gara di Barcellona saranno molto utili ai suoi ragazzi per fare uno step importante a livello di affidabilità: "L’affidabilità è stata il nostro tallone d’Achille nelle ultime due corse e ora abbiamo 18 giorni prima dell’inizio delle prove libere in Spagna. È sufficiente per mettere in campo le soluzioni definitive che abbiamo in preparazione e lanciare una dinamica di miglioramento delle performance dei nostri motori".

Prossimo articolo Formula 1
Renault: una Toro Rosso a Graz sul banco dinamico

Previous article

Renault: una Toro Rosso a Graz sul banco dinamico

Next article

Gp Bahrein: dati d'ascolto Tv positivi di Sky e Rai

Gp Bahrein: dati d'ascolto Tv positivi di Sky e Rai

Su questo articolo

Serie Formula 1
Piloti Daniel Ricciardo , Carlos Sainz Jr. , Daniil Kvyat , Max Verstappen
Autore Matteo Nugnes
Tipo di articolo Ultime notizie