Renault: una Toro Rosso a Graz sul banco dinamico

Renault: una Toro Rosso a Graz sul banco dinamico

Una STR10 sarà per una settimana sulla piattaforma mobile della AVL per valutare le modifiche alla power unit

La Toro Rosso sta precipitando nella classifica Costruttori: la squadra di Faenza che si era messa come obiettivo stagionale il quinto posto nella graduatoria dei team, ora è scivolata in settima piazza.

In Barhein sono arrivati due ritiri: Max Verstappen ha accusato un problema elettrico. Un cablaggio non ha permesso il corretto uso della power unit Renault, mentre a fermare Carlos Sainz sarebbe stata la trasmissione. Per favorire l'aerodinamica sarebbe stata disegnata una scatola del cambio molto stretta che ora mostra dei limiti in fatto di rigidezza.

La STR10 a Sakhir era anche fra le monoposto con le pance più aperte per migliorare l'estrazione dell'aria calda dai radiatori, peggiorando l'efficienza aerodinamica e quindi incrementando la resistenza all'avanzamento: alla speed trap le monoposto di Faenza sono risultate solo qualche chilometro più veloci delle Manor che chiudono la griglia.

Per cercare di trovare una soluzione in vista del Gp di Spagna che segnerà l'apertura della stagione europea, una STR10 si troverebbe a a Graz in Austria sul banco dinamico della AVL. Oltre ai tecnici diretti da James Key ci sono anche gli ingegneri di Renault Sport F1.

Non potendo girare in pista per il divieto dei test privati, la Casa francese ha chiesto la collaborazione del team romagnolo per cercare di risolvere i problemi di affidabilità che stanno affliggendo i V6 Turbo Energy: Daniel Ricciardo con la Red Bull RB11 ha visto esplodere il terzo motore pochi metri prima di tagliare il traguardo al sesto posto.

Una settimana prima in Cina era toccato a Max Verstappen vedere andare letteralmente in fumo un piazzamento a punti per lo stesso identico motivo. Gli uomini Toro Rosso e quelli Renault avranno tempo una settimana per fare girare la STR10 sulla piattaforma mobile che è dotata di sofisticati sistemi di rilavazione dei dati utili alla delibera di ogni nuova soluzione meccanica oltre che per la definizione degli assetti e la verifica delle strategie di gara.

Sotto esame c'è la power unit francese: "L’affidabilità è stato il nostro tallone d’Achille nelle ultime due corse - ammette Cyril Abiteboul, managing director di Renault Sport F1 -e ora abbiamo 18 giorni prima di andare in Spagna. È un tempo sufficiente per mettere in campo le soluzioni che abbiamo in preparazione per migliorare le performance dei nostri motori".

Avendo infilato una serie di rotture la Renault può chiedere alla FIA di modificare la power unit, lavorando anche sulle parti che sono sottoposte al congelamento del 6 cilindri turbo. Il test di Graz, quindi, diventerà fondamentale per deliberare le unità riviste...

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Carlos Sainz Jr. , Max Verstappen
Articolo di tipo Ultime notizie