Formula 1
19 set
-
22 set
Evento concluso
26 set
-
29 set
Evento concluso
10 ott
-
13 ott
Evento concluso
24 ott
-
27 ott
Evento concluso
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Gara in
12 Ore
:
07 Minuti
:
53 Secondi

Regole 2021: tutti i team dovranno allevare piloti rookie

condividi
commenti
Regole 2021: tutti i team dovranno allevare piloti rookie
Di:
1 nov 2019, 09:31

Due sessioni di prove libere dal 2021 dovranno essere affidate a un pilota che non abbia disputato più di due GP. Si apre la porta ai giovani di fare esperienza durante i weekend di gara e l'obbligo scatta per tutte le squadre. Ci sarà la corsa ad occupare gli abitacoli più prestigiosi dei team che non hanno filiere proprie.

Nelle pieghe del regolamento 2021 ci sono molte novità che meritano di essere analizzate: le squadre dal 2021 avranno l’obbligo di mettere in macchina in almeno due sessioni di prove libere del venerdì un pilota junior, mentre adesso non esistono vincoli, ma è lasciata la libertà di far girare un pilota che non sia un titolare in FP1.

Due gli obiettivi: con la riduzione dei giorni di test, il primo è offrire degli sbocchi ai giovani piloti per entrare in F1, mentre il secondo è quello eventualmente di incrementare i proventi.

Quest’anno, infatti, sono state solo due le squadre che hanno messo a disposizione un abitacolo: si tratta della Williams con Nicholas Latifi che si prepara alla promozione per il prossimo anno e della Toro Rosso che ha messo Naoki Yamamoto, tutt’altro che un neofita, sulla STR14 nel GP del Giappone.

Lo scenario cambierà nel 2021 perché scatterà l’obbligo di promuovere piloti che non abbiano disputato più di due GP in due sessioni di libere per tutte le squadre. I team che hanno delle filiere grazie agli junior team avranno l’opportunità di far crescere i prodotti del loro vivaio, mentre le squadre minori cercheranno di monetizzare questa opportunità, visto che ci sarà la corsa a salire sulle vetture più competitive per mettersi in mostra.

Per accedere ai test bisognerà avere una Superlicenza di F1 per i test: il criterio di selezione è piuttosto semplice, in quanto un pilota dovrà aver completato sei eventi di Formula 2 o accumulato 25 punti di Superlicenza nelle ultime tre stagioni.

Il rookie che nelle libere riuscirà a coprire una distanza di 100 km senza incorrere in penalità durante ogni sessione disputata potrà aggiungere un punto per il conseguimento della Superlicenza F1. Il massimo di punti che potrà essere guadagnato sarà limitato a 10 in tre stagioni.

Sarà interessante vedere come si comporteranno i giovani che avranno la possibilità di entrare in F1 dalla porta principale, guidando subito Ferrari, Mercedes o Red Bull fin dai primi giri. Ci sarà la corsa per occupare un posto negli abitacoli più rappresentativi…

Scorrimento
Lista

Nicholas Latifi, Williams FW42

Nicholas Latifi, Williams FW42
1/10

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Nicholas Latifi, Williams FW42

Nicholas Latifi, Williams FW42
2/10

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Nicholas Latifi, Williams Racing

Nicholas Latifi, Williams Racing
3/10

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Mick Schumacher, Ferrari pilota di sviluppo

Mick Schumacher, Ferrari pilota di sviluppo
4/10

Foto di: Jerry Andre / Motorsport Images

Mick Schumacher, Ferrari, a pranzo con il team Ferrari

Mick Schumacher, Ferrari, a pranzo con il team Ferrari
5/10

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Antonio Fuoco, Ferrari SF90

Antonio Fuoco, Ferrari SF90
6/10

Foto di: Jerry Andre / Motorsport Images

Antonio Fuoco, Ferrari SF90

Antonio Fuoco, Ferrari SF90
7/10

Foto di: Jerry Andre / Motorsport Images

Naoki Yamamoto, Toro Rosso STR14

Naoki Yamamoto, Toro Rosso STR14
8/10

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Naoki Yamamoto, Toro Rosso

Naoki Yamamoto, Toro Rosso
9/10

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Pietro Fittipaldi, test e sviluppo del pilota, Haas F1

Pietro Fittipaldi, test e sviluppo del pilota, Haas F1
10/10

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Articolo successivo
F1 2019: come si affronta il GP degli Stati Uniti

Articolo precedente

F1 2019: come si affronta il GP degli Stati Uniti

Articolo successivo

Regole 2021: Renault le promuove e vuole restare in F1

Regole 2021: Renault le promuove e vuole restare in F1
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP degli Stati Uniti
Sotto-evento FP1
Location Circuito delle Americhe
Autore Franco Nugnes