Hembery: "Probabili due soste se farà caldo"

Hembery: "Probabili due soste se farà caldo"

Il Gp d'Austria rappresenta l'ultima tappa del trittico con le gomme a mescola soft e supersoft

Per la terza gara consecutiva, supersoft e soft sono gli pneumatici nominati. Il circuito è poco aggressivo con le gomme, con due rettilinei e curve abbastanza lente. Il Gran Premio d’Austria è rientrato nel calendario di Formula 1 nel 2014, dopo un’assenza di undici anni, il che significa che le squadre saranno in grado di utilizzare i dati dello scorso anno per la scelta della strategia ottimale. Dopo il Gran Premio d’Austria, martedì e mercoledì si svolgeranno gli ultimi test consentiti nel corso del campionato.

Paul Hembery, Direttore Motorsport Pirelli: "L’Austria chiude la sequenza di accoppiate soft-supersoft, iniziata a Montecarlo e che rivedremo ancora dopo l’estate, su una varietà di piste differenti. La strategia degli pneumatici dipenderà in una certa misura dalle condizioni meteo: se farà caldo ci saranno più probabilità di vedere due soste, mentre se il clima sarà fresco sarà più facile vedere una sola sosta. La pioggia è anche una possibilità concreta in Stiria in questo periodo dell’anno, come abbiamo visto durante le prove libere della scorsa stagione. Le scuderie, quindi, dovranno essere pronte a tutte le ipotesi. Quest’anno i piloti arriveranno al Red Bull Ring potendo contare sui dati rilevati l’anno scorso per utilizzare nel modo più efficiente le gomme. Ovviamente il nostro obiettivo è sempre di avere da due a tre soste a ogni gara: quest’aspetto sarà sempre tenuto in considerazione per la scelta delle gomme per le gare future e, se necessario, abbiamo la possibilità di fare alcune piccole modifiche. Ci aspettiamo una moderata differenza di prestazioni tra le due mescole in Austria, che renderà possibili una serie di differenti strategie di gara".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie