Formula 1
10 ott
-
13 ott
Evento concluso
24 ott
-
27 ott
Evento concluso
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
28 nov
-
01 dic
Evento concluso
F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola
Topic

F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Red Bull: l'ala anteriore con l'outwash è solo per il 2020

condividi
commenti
Red Bull: l'ala anteriore con l'outwash è solo per il 2020
Di:
Co-autore: Giorgio Piola
17 nov 2019, 12:25

Max Verstappen ha sperimentato a Interlagos una nuova ala anteriore che lascia trasparire il cambiamento di filosofia aerodinamica del team di Milton Keynes che sembra orientato a privilegiare la riduzione del drag piuttosto che la ricerca del carico.

Max Verstappen sarà in pole position al via del GP del Brasile: l’olandese ha primeggiato a Interlagos con un giro perfetto sfruttando al meglio la sua RB15 che sembra disegnata apposta per la pista brasiliana.

Verstappen durante le prove libere ha alternato l’uso di due ali anteriori molto diverse. Quella nuova era un esperimento finalizzato alla stagione 2020, quando la squadra di Milton Keynes potrebbe convertirsi alla filosofia aerodinamica della Ferrari, vale a dire adottando il concetto dell’outwash, rivoluzionando il passaggio dei flussi all’esterno della ruota anteriore, anziché all’interno o sopra come ha fatto per tutta la stagione insieme alla Mercedes.

L’ala nuova, poi, è stata messa da parte lasciando che fosse la versione standard a conquistare la posizione a palo nel penultimo appuntamento stagionale 2019.

La soluzione per il prossimo anno è facilmente riconoscibile: il profilo principale è caratterizzato da un bordo d’entrata molto arcuato che è sempre più rialzato verso la paratia laterale.

La bandella verticale segue la moda imperante con il bordo d’uscita che si piega verso l’esterno, mentre l’ultimo flap, con una corda piuttosto corta, si svergola nella porzione esterna per favorire il passaggio dell’aria outwash.

Articolo successivo
Allison svela: "Mercedes soffre quando l'aria è rarefatta"

Articolo precedente

Allison svela: "Mercedes soffre quando l'aria è rarefatta"

Articolo successivo

Strategie GP Brasile: il caldo variabile di una sola sosta

Strategie GP Brasile: il caldo variabile di una sola sosta
Carica i commenti