F1, Portimao, Libere 3: Bottas fa sul serio

Ventisei millesimi di secondo hanno separato Bottas leader da Hamilton nella terza sessione di prove libere del GP del Portogallo. Le due Mercedes sono insidiate dalla Red Bull di Verstappen che è a un decimo e mezzo davanti a Gasly e Albon in quello che è un terzetto di motorizzati Honda. Max ha ottenuto la prestazione con le gomme medie! Leclerc è sesto con la Ferrari, mentre Vettel è 11esimo.

F1, Portimao, Libere 3: Bottas fa sul serio

Valtteri Bottas non molla: è stato il più veloce anche nella terza sessione di prove libere del GP del Portogallo con la Mercedes. Il finlandese con le gomme soft è arrivato a 1'16"654, un limite che rappresenta il nuovo limite del tracciato di Portimao.

Il "boscaiolo" ha tenuto ad appena 26 millesimi di secondo Lewis Hamilton che si è avvicinato molto al compagno di squadre prima di commettere un errore alla Curva 3 dove è finito nella sabbia, danneggiando l'ala anteriore nel lato sinistro.

Entrambe le W11sono tornate a montare il DAS per scaldare le gomme nei giri di lancio, dopo aver rinunciato ieri alla soluzione per fare dei test in vista del 2021 quando sarà vietata. Dietro alle frecce d'argento ci sono tre monoposto spinte da motore Honda.

Max Verstappen è vicinissimo alle Mercedes: l'olandese con 1'16"812 è arrivato a 158 millesimi da Bottas con un giro perfetto effettuato con le gomme medie, vale a dire con una mescola più dura di quelle usate dalle W11. Max aveva fatto anche meglio (1'16"659) ma si è visto togliere la prestazione per essere andato largo alla Curva 1. L'aspetto strano è che la Red Bull non è migliorata quando è passata dalla mescola media alla soft: l'arancione, infatti, è risultato più lento con le rosse.

Ha brillato Pierre Gasly quarto con l'AlphaTauri: il francese è sceso in pista con un telaio di scorta dopo l'incendio di ieri nelle libere 2. Nel team di Faenza hanno rotto il coprifuoco per ripristinare la AT01 e hanno effettuato un lavoro a regola d'arte! Gasly la prestazione l'ha ottenuta con le soft, proprio come Alexander Albon che si è dato una sveglia dopo che Helmut Marko ha ventilato l'ingaggio di Nico Hulkenberg al suo posto. L'anglo thilandese ha pagato un paio di decimi al transalpino ma è riuscito a stare davanti alla Ferrari di Charles Leclerc.

Il monegasco è staccato dalla vetta di mezzo secondo, ma la Rossa ha cercato la prestazione prima di tanti altri, quando la pista, molto variabile e ancora con poco grip, era meno gommata.

La Ferrari sembra in salute: in particolare ha bene impressionato la Rossa nella micro simulazione di gara, rivelando che la SF1000 sembra migliorata con il pieno di benzina. Meno bene Sebastian Vettel sempre 11esimo nella tabella dei tempi: il tedesco ha causato la chiusura anticipata della sessione per essere andato largo nell'ultima curva e ha provocato il pericoloso sollevamento di un tombino. Immediatamente la direzione gara ha esposto la bandiera rossa per evitare guai.

Carlos Sainz che dispone di una nuova power unit Renault è settimo ad appena 9 millesimi dalla Ferrari di Leclerc, mentre Lando Norris con l'altra McLaren è nono. Fra i due piloti con la MCL35 si è infilato Sergio Perez con la Racing Point, mentre Esteban Ocon chiude la top 10 raccogliendo i protagonisti in lizza per il terzo posto del mondiale Costruttori.

Daniel Ricciardo è solo 14esimo: il pilota australiano ha accusato sulla R.S.20 il mancato funzionamento del DRS sul rettilineo d'arrivo. Non ha trovato il passo Daniil Kvyat per agganciarsi agli altri piloti Honda per cui il russo si sistema in 12esima posizione.

Si conferma positivo Kimi Raikkone 13esimo con l'Alfa Romeo, mentre Antonio Giovinazzi è solo 17esimo. Bene anche George Russel 14esimo con la Williams.

Cla Pilota Telaio Giri Tempo Distacco Distacco km orari
1 Finland Valtteri Bottas
Mercedes 27 1'16.654 219.980
2 United Kingdom Lewis Carl Davidson Hamilton
Mercedes 23 1'16.680 0.026 0.026 219.906
3 Netherlands Max Verstappen
Red Bull 21 1'16.812 0.158 0.132 219.528
4 France Pierre Gasly
AlphaTauri 24 1'16.930 0.276 0.118 219.191
5 Thailand Alexander Albon
Red Bull 25 1'17.117 0.463 0.187 218.659
6 Monaco Charles Leclerc
Ferrari 20 1'17.229 0.575 0.112 218.342
7 Spain Carlos Sainz Vázquez de Castro
McLaren 24 1'17.238 0.584 0.009 218.317
8 Mexico Sergio Pérez Mendoza
Racing Point 17 1'17.297 0.643 0.059 218.150
9 United Kingdom Lando Norris
McLaren 22 1'17.478 0.824 0.181 217.641
10 France Esteban Ocon
Renault 20 1'17.666 1.012 0.188 217.114
11 Germany Sebastian Vettel
Ferrari 24 1'17.685 1.031 0.019 217.061
12 Russian Federation Daniil Kvyat
AlphaTauri 29 1'17.720 1.066 0.035 216.963
13 Finland Kimi-Matias Räikkönen
Alfa Romeo 20 1'17.922 1.268 0.202 216.401
14 Australia Daniel Ricciardo
Renault 13 1'17.935 1.281 0.013 216.364
15 United Kingdom George Russell
Williams 20 1'18.032 1.378 0.097 216.095
16 Canada Lance Stroll
Racing Point 17 1'18.100 1.446 0.068 215.907
17 Italy Antonio Maria Giovinazzi
Alfa Romeo 20 1'18.201 1.547 0.101 215.628
18 Denmark Kevin Magnussen
Haas 13 1'18.287 1.633 0.086 215.392
19 Canada Nicholas Latifi
Williams 20 1'18.397 1.743 0.110 215.089
20 France Romain Grosjean
Haas 19 1'18.454 1.800 0.057 214.933

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

condividi
commenti
LIVE Formula 1, GP del Portogallo: Libere 3
Articolo precedente

LIVE Formula 1, GP del Portogallo: Libere 3

Articolo successivo

LIVE Formula 1, Gran Premio del Portogallo: Qualifiche

LIVE Formula 1, Gran Premio del Portogallo: Qualifiche
Carica i commenti