F1, Portimao, Libere 2: Hamilton davanti, Sainz quarto

Hamilton è stato il più veloce nella seconda sessione di prove libere del GP del Portogallo: il pilota Mercedes ha lasciato a poco più di un decimo Verstappen con la Red Bull con Bottas terzo. La Ferrari è quarta con Sainz che disponeva del nuovo fondo modificato, mentre Leclerc è solo settimo. Bene l'Alpine con Alonso quinto e Ocon sesto.

F1, Portimao, Libere 2: Hamilton davanti, Sainz quarto

Max Verstappen si infila fra le due Mercedes. Lewis Hamilton si mette davanti a tutti nella seconda sessione di prove libere del GP del Portogallo. Il sette volte campione del mondo ha colto un 1'19"837 con le gomme soft che è un tempo di un paio di decimi più lento del mattino a causa di un fastidioso vento che ha reso le cose più difficili ai piloti in pista a Portimao, sebbene il grip sia aumentato.

L'olandese è secondo con un distacco di appena 143 millesimi con la Red Bull: Max sembra a suo agio sebbene si sia lamentato di un problema a un pedale. La RB16B ottiene le sue prestazioni con una certa facilità, senza dover abusare del passaggio sui cordoli, cosa che, invece, la Mercedes è costretta a fare. Per cercare il bilanciamento nel breve long run a fine turno, Hamilton ha scaricato l'ala anteriore non trovando una buona costanza di rendimento, minore di quella ottenuta da Valtteri Bottas nella mini simulazione di gara, anche se il finlandese non è andato oltre il terzo rilievo cronometrico in 1'20"181 a 344 dal compagno di squadra.

La Red Bull si è guardata bene dal disputare il long run con le soft, insistendo con entrambi i piloti con le medie, dando la chiara sensazione che il team di Milton Keynes punterà a superare la Q2 domani con le medie. Dopo la prestazione a ridosso di Verstappen del mattino, ci si aspettava di più da Perez che invece ha concluso solo decimo, pagando mezzo secondo dall'arancione.

Al quarto posto c'è di nuovo la Ferrari che si conferma terza forza in Portogallo. La novità è che ad ottenere la prestazione è stato Carlos Sainz, rilevando Charles Leclerc, relegato solo al settimo posto. Lo spagnolo nel pomeriggio ha potuto beneficiare del fondo modificato ed è arrivato ad appena 14 millesimi dalla Mercedes di Bottas.

Ricordiamo che c'è la disponibilità di un solo fondo nuovo per cui non sarà usato nel weekend di gara, ma verrà portato in Spagna. Peccato perché le indicazioni emerse nei due turni sono state molto positive.

La sorpresa di giornata è l'Alpine con Fernando Alonso sorprendentemente quinto a 23 millesimi dalla Ferrari e subito seguito da Esteban Ocon, segno che la monoposto di Enstone sembra in crescita dopo Imola.

Charles Leclerc, lo abbiamo detto, è settimo con la Ferrari in versione standard: il monegasco lascia mezzo secondo dalla vetta e precede la McLarend di Daniel Ricciardo in crescita rispetto al mattino.

L'australiano è ottavo davanti all'Aston Martin di Lance Stroll di appena 9 millesimi, segno che la "verdona" sis ta evolvendo e si candida a rientrare nel pacchetto di centro gruppo, mentre continua il suo calvario Sebatsian Vettel relegato al 15esimo posto con l'altra AMR21.

Fuori dalla top 10 è rimasto Pierre Gasly con l'AlphaTauri meno a suo agio del previsto, anche se la monoposto è comunque a solo sette decimi dalla vetta, mentre Yuki Tsunoda è 14esimo a mezzo secondo dal più esperto compagno di squadra.

Lando Norris con la McLaren è 12esimo rintuzzato da un George Russell in gran spolvero con la Williams. Kimi Raikkonen ha trovato la zampata per mettere la sua Alfa Romeo davanti a quella di Antonio Giovinazzi di appena 7 millesimi: il pugliese ha svolto il suo primo turno visto che stamane aveva girato Callum Ilott con la vettura dell'italiano.

Mick Schumacher è 18esimo con la vetusta Haas: il tedesco si è messo dietro la Williams di Nicholas Latifi autore di un lungo nella sabbia e Nikita Mazepin desolatamente ultimo.

Cla Pilota Telaio Giri Tempo Distacco Distacco km orari
1 United Kingdom Lewis Carl Davidson Hamilton
Mercedes 33 1'19.837 209.812
2 Netherlands Max Verstappen
Red Bull 26 1'19.980 0.143 0.143 209.437
3 Finland Valtteri Bottas
Mercedes 28 1'20.181 0.344 0.201 208.912
4 Spain Carlos Sainz Vázquez de Castro
Ferrari 33 1'20.197 0.360 0.016 208.870
5 Spain Fernando Alonso
Alpine 32 1'20.220 0.383 0.023 208.810
6 France Esteban Ocon
Alpine 31 1'20.235 0.398 0.015 208.771
7 Monaco Charles Leclerc
Ferrari 33 1'20.360 0.523 0.125 208.446
8 Australia Daniel Ricciardo
McLaren 31 1'20.418 0.581 0.058 208.296
9 Canada Lance Stroll
Aston Martin 31 1'20.427 0.590 0.009 208.273
10 Mexico Sergio Pérez Mendoza
Red Bull 28 1'20.516 0.679 0.089 208.043
11 France Pierre Gasly
AlphaTauri 34 1'20.558 0.721 0.042 207.934
12 United Kingdom Lando Norris
McLaren 28 1'20.757 0.920 0.199 207.422
13 United Kingdom George Russell
Williams 32 1'20.976 1.139 0.219 206.861
14 Japan Yuki Tsunoda
AlphaTauri 33 1'21.053 1.216 0.077 206.664
15 Germany Sebastian Vettel
Aston Martin 32 1'21.074 1.237 0.021 206.611
16 Finland Kimi-Matias Räikkönen
Alfa Romeo 22 1'21.225 1.388 0.151 206.227
17 Italy Antonio Maria Giovinazzi
Alfa Romeo 32 1'21.238 1.401 0.013 206.194
18 Germany Mick Schumacher
Haas 29 1'21.537 1.700 0.299 205.438
19 Canada Nicholas Latifi
Williams 31 1'21.855 2.018 0.318 204.639
20 Russian Federation Nikita Mazepin
Haas 28 1'22.638 2.801 0.783 202.700
condividi
commenti
Piola: "Red Bull costringe Mercedes a inseguire"

Articolo precedente

Piola: "Red Bull costringe Mercedes a inseguire"

Articolo successivo

Podcast F1: Chinchero analizza le Libere del GP del Portogallo

Podcast F1: Chinchero analizza le Libere del GP del Portogallo
Carica i commenti