Pirelli: in FP2 le gomme prototipo per il 2021

La Casa milanese nella prima mezz'ora del secondo turno di prove libere del GP del Portogallo metterà a disposizione ci ciascun team due treni di gomme sperimentali con diverse costruzioni pensate per ridurre il surriscaldamento e il blistering se le prestazioni delle monoposto dovesse continuare a crescere nonostante i tagli decisi all'aerodinamica. Il test sarà cieco per le squadre e ci saranno set con caratteristiche piuttosto diverse.

Pirelli: in FP2 le gomme prototipo per il 2021

La Pirelli finalmente avrà l’opportunità di provare le gomme in versione 2021. La Casa milanese, infatti, a Portimao porterà due treni di pneumatici prototipi per ciascuna squadra che saranno utilizzati nella prima mezz’ora della FP2 del venerdì.

È interessante mettere in evidenza che le soluzioni tecniche che il fornitore unico porterà in Portogallo sono diverse e maggiori di due, per cui dall’effetto combinato del lavoro svolto in pista potrebbero derivare le gomme che la Pirelli porterà nel test che farà seguito al GP di Abu Dhabi, in vista di un molto probabile uso nella stagione 2021.

Se le mescole resteranno sostanzialmente le cinque che sono in uso dal 2019, cambierà la costruzione con una diversa carcassa in grado di evitare i surriscaldamenti e la comparsa di blistering sul battistrada se i tecnici delle squadre riusciranno (come sembra) a recuperare il carico aerodinamico che la FIA intende ridurre di un buon 10% con il previsto taglio del fondo davanti alle ruote posteriori e il divieto di aprire fori e slot sul suo marciapiede.

Inoltre saranno ridotte le alette nella parte inferiore della brake duct in un punto aerodinamicamente molto sensibile delle monoposto, anche se Christian Horner team principal della Red Bull non ha fatto mistero che gli aerodinamici sono in grado di recuperare la perdita di downforce determinata dalle nuove regole.

Per tutte queste ragioni è sacrosanto l’impegno della Pirelli nel volere introdurre nel 2021 pneumatici pensati per evitare, eventualmente, l’incremento delle pressioni di gonfiaggio per restare nei parametri di sicurezza, qualora le prestazioni delle monoposto dovessero crescere come in questo campionato.

Il test di Portimao sarà cieco per i team: avranno a disposizione due treni, ma con caratteristiche tecniche diverse e solo gli ingegneri Pirelli ne conosceranno le specifiche in modo da non orientare lo sviluppo nella direzione di una squadra piuttosto che di un’altra.

In Portogallo ci saranno le mescole C1, C2 e C3, vale a dire le più dure della gamma Pirelli: la pista è piuttosto impegnativa per gli pneumatici con l’ultimo curvone molto lungo e in appoggio che eserciterà anche carichi trasversali importanti, mentre sei due dossi ci sarà molto trasferimento di carico longitudinale, per cui anche il test con le gomme Prototipo darà riscontri importanti per il lavoro di sviluppo dei tecnici della Bicocca.

condividi
commenti
Wolff: "Il team Mercedes F1 non si rinominerà in AMG"
Articolo precedente

Wolff: "Il team Mercedes F1 non si rinominerà in AMG"

Articolo successivo

Cardile: "La Ferrari lotterà per la seconda o terza fila"

Cardile: "La Ferrari lotterà per la seconda o terza fila"
Carica i commenti