F1 | Pirelli, ecco le cause dei degonfiamenti gomme al GP del Qatar

Poco dopo il termine del primo turno di libere del GP dell'Arabia Saudita di F1, Pirelli ha svelato quali siano state le cause che hanno generato i degonfiamenti di alcune gomme nel corso del Gp del Qatar di 2 settimane or sono.

F1 | Pirelli, ecco le cause dei degonfiamenti gomme al GP del Qatar

A quasi 2 settimane dal Gran Premio del Qatar di F1, terzultimo appuntamento del Mondiale 2021 tutt'ora in corso, Pirelli ha annunciato questo pomeriggio di aver individuato le cause che hanno portato alcuni pneumatici a perdere pressione nell'evento di Losail.

Sebbene le analisi siano ancora in corso, Pirelli ha svelato di avere in mano alcune prove che portano ad avere i primi riscontri e i primi perché di ciò che è avvenuto nel corso del primo Gran Premio del Qatar.

Pirelli ha svelato quanto carpito dalle prime analisi con un breve comunicato stampa, che recita così:

"Le analisi tuttora in corso, che Pirelli sta conducendo sui pneumatici delle vetture che hanno subito degonfiamenti nel corso del Gran Premio del Qatar, hanno fornito una prima serie di evidenze che escludono difetti di produzione".

Dunque, per la Casa milanese fornitrice unica di pneumatici di F1, un primo riscontro confortante. Poi, ecco indicazioni ancora più precise su quanto accaduto a Losail due settimane or sono. I cordoli del tracciato qatariota e le sollecitazioni ricevute dalle gomme hanno fatto sì che alcuni pneumatici perdessero pressione, per poi collassare dopo diversi secondi.

"In base ai riscontri ottenuti fino a questo momento, l'origine del problema è da imputarsi principalmente al prolungato tempo di permanenza dei pneumatici sui cordoli, percorsi ad alta velocità e con elevati carichi laterali e verticali, condizioni determinate dalle caratteristiche uniche di questo circuito".

"Le sollecitazioni indotte dai cordoli, la cui intensità non è ricavabile dai dati a disposizione prima della gara, hanno danneggiato la costruzione dei pneumatici stessi innescando una perdita di pressione dal fianco interno che ha causato, dopo diversi secondi, il collasso della struttura".

Pirelli ha fatto sapere di aver condiviso con la Federazione Internazionale dell'Automobile e i team la propria relazione tecnica sugli pneumatici e sul risultato delle analisi condotte sino a questo momento.

condividi
commenti
F1 | Jeddah, Libere 1: Hamilton svetta, Verstappen è vicinissimo
Articolo precedente

F1 | Jeddah, Libere 1: Hamilton svetta, Verstappen è vicinissimo

Articolo successivo

LIVE Formula 1 | Gran Premio dell'Arabia Saudita: Libere 2

LIVE Formula 1 | Gran Premio dell'Arabia Saudita: Libere 2
Carica i commenti