F1: piloti in ginocchio sulla griglia contro il razzismo?

I piloti di Formula 1 potrebbero inginocchiarsi sulla griglia di partenza del GP d'Austria, come segno di solidarietà verso le proteste contro l'ingiustizia razziale di tutto il mondo.

F1: piloti in ginocchio sulla griglia contro il razzismo?

Nelle ultime settimane c'è stato grande attivismo contro il razzismo praticamente in tutto il mondo e anche la F1 ha lanciato la campagna We Race as One, mirata a migliorare l'inclusione e la diversità all'interno del motorsport, ma anche la Mercedes ha deciso di rendere nera la sua livrea per l'intero 2020 come messaggio antirazziale.

In Premier League, alla ripresa del campionato, i giocatori si sono inginocchiati in occasione del calcio d'inizio come dimostrazione di solidarietà verso il movimento Black Lives Matter.

Lando Norris ha rivelato che i piloti stanno discutendo della possibilità di fare qualcosa di simile domenica, prima della gara del Red Bull Ring.

"Alcuni dei piloti ne hanno già parlato" ha detto Norris a PA Sport.

"Se lo faremo, dovremmo farlo tutti, come una griglia unita. Ne discuteremo dopo il briefing dei piloti con la GPDA, nella giornata di venerdì".

"Faremo tutto il possibile per dimostrare che ci teniamo e rispettiamo tutti. Faremo ciò che è giusto fare quando sarà il momento".

Il team principal della McLaren, Andreas Seidl, ha detto che il team sosterrà i suoi piloti se vorranno inginocchiarsi prima della gara.

"Ovviamente sosteniamo pienamente tutte le iniziative che sono in corso al momento" ha detto Seidl in una conference call con alcuni media selezionati.

"Siamo molto vicini alla Formula 1 e lasciamo ai nostri piloti il compito di gestire le diverse iniziative che sono in discussione in questo momento".

condividi
commenti
Leclerc: "Nel 2019 l'Austria fu il punto di svolta per me"

Articolo precedente

Leclerc: "Nel 2019 l'Austria fu il punto di svolta per me"

Articolo successivo

F1 2020: ecco gli orari TV di RSI e Canal+ del GP d'Austria

F1 2020: ecco gli orari TV di RSI e Canal+ del GP d'Austria
Carica i commenti