Piccole modifiche alla virtual safety car in Brasile

Piccole modifiche alla virtual safety car in Brasile

Ad Interlagos ci sarà un nuovo test con degli accorgimenti suggeriti dai piloti dopo la prova di Austin

Questo fine settimana ad Interlagos i piloti avranno nuovamente modo di prendere confidenza con il sistema di "virtual safety car" che potrebbe essere introdotto nella prossima stagione del Mondiale di Formula 1.

In seguito al grave incidente di Jules Bianchi a Suzuka, la FIA ha infatti deciso di valutare un sistema che obblighi i piloti a rallentare anche senza il bisogno di mandare in pista la safety car, che prevede che venga impostato un delta time più lento di circa un terzo rispetto a quelli che vengono realizzati normalmente.

Il primo esperimento effettuato al termine delle prime due sessioni di prove libere del Gp degli Stati Uniti ha avuto dei riscontri abbastanza positivi, ma in base ai consigli che sono stati dati dai piloti, la FIA ha deciso di introdurre delle piccole novità già dal Brasile.

Per aiutare i piloti a mantenere il delta time per tutto il giro, le zone in cui viene rilevata la velocità saranno allungate da soli 50 a 200 metri. Una distanza che dovrebbe permettere di avere più margine per non incappare in superamenti dei limiti.

Inoltre è stato deciso di estendere anche il tempo che hanno i piloti per adattarsi all'andatura della "virtual safety car", portandolo a 10 secondi. Ma non è tutto, perché ai piloti verrà dato un annuncio via radio quando mancheranno 10 secondi al ritorno del regime di bandiera verde.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie