Perez: "Voglio chiudere presto il rinnovo, temo le attese"

Checo non vuole rivivere l'esperienza dello scorso anno quando era stato scaricato dalla Racing Point per fare posto a Vettel: il messicano sta dando il suo contributo alla Red Bull e spera che dopo i tre GP di fila ci sarà il tempo per discutere il rinnovo del contratto. Verstappen lo elogia per il lavoro svolto: "È un ottimo compagno di squadra e possiamo divertirci molto insieme".

Perez: "Voglio chiudere presto il rinnovo, temo le attese"

Dopo la vittoria di Baku e il podio del Paul Ricard Sergio Perez spinge sull’acceleratore. Non solo in pista, ma anche sul fronte del rinnovo di contratto che Checo crede di meritare per quanto fatto vedere sul campo.

Lo scorso anno è stato particolarmente difficile per il pilota messicano, che si ritrovò ad essere scaricato dalla Racing Point nel mese di settembre arrivando poi a finalizzare l’accordo per il 2021 con la Red Bull il 18 dicembre.

Per Perez la decisione presa della Racing Point lo scorso autunno è stata particolarmente dolorosa, poiché durante la stagione 2020 dalla squadra di Lawrence Stroll erano arrivati segnali che facevano pensare ad una riconferma, al punto da convincere Sergio a non cercare alternative sul mercato in un momento in cui le possibilità erano diverse e concrete.

Poi la doccia fredda dell’annuncio di Sebastian Vettel, e i successivi tre mesi densi di dubbi (incluso quello di lasciare la Formula 1) risolti poi dalla chiamata della Red Bull.

Un’esperienza, quella del 2020, che Perez non vuole ripetere, e da qui la speranza che Helmut Marko e Christian Horner maturino in tempi brevi la decisione in merito a chi affiancherà Max Verstappen il prossimo anno.
“In queste settimane siamo tutti impegnati con la sequenza di tre gare consecutive – ha dichiarato ieri Checo – ma quando saranno terminate avremo dei tempi morti a disposizione nei quali potremo parlarne. Credo, e spero, che non sarà necessario molto tempo, anche perché non ho dei bei trascorsi… quando le trattative vanno per le lunghe, diciamo che non è mai un buon segno”.

Perez sembra molto deciso nel voler proseguire con la Red Bull, e non ha nascosto le sue intenzioni.
“Quando ti senti a tuo agio in una squadra – ha chiarito – e ti trovi bene a lavorare con le persone che ti circondano, credo che sia naturale che si arrivi in tempi brevi ad un accordo. Me lo auguro, in modo da poter togliere questo problema dall’agenda e poterci concentrare solo sulle sfide che ci aspettano”.

Le sfide a cui fa riferimento Perez sono le due classifiche Mondiali che vedono al momento in testa sia la Red Bull che Verstappen.

E proprio dall’olandese sono arrivate parole che hanno elogiato il contributo del compagno di squadra, dichiarandosi contento davanti alla prospettiva di averlo al suo fianco anche in futuro. “Sta andando tutto molto bene – ha commentato Max – conoscevo Checo già da tempo, ma ovviamente non eravamo mai stati compagni di squadra”.

“Finora è stato fantastico – ha proseguito Verstappen – possiamo lavorare insieme per garantire alla squadra i migliori risultati possibili, e vorrei che continuasse con noi. È un ottimo compagno di squadra e possiamo divertirci molto insieme".

"Ora che abbiamo una monoposto che ci permette di giocarcela con la Mercedes è molto importante essere nelle prime posizioni con due macchine, e lo abbiamo visto concretamente sia a Baku che al Paul Ricard. È fondamentale proseguire come abbiamo fatto finora soprattutto per la classifica Costruttori”.

condividi
commenti
FIA rallenta i pit stop dall'Ungheria: servono tempi reazione umani
Articolo precedente

FIA rallenta i pit stop dall'Ungheria: servono tempi reazione umani

Articolo successivo

Red Bull: i denti di squalo estesi alla lunghezza dei Gurney flap

Red Bull: i denti di squalo estesi alla lunghezza dei Gurney flap
Carica i commenti