Philippe Bianchi: "Jules si batte come ha sempre fatto"

Non ci sono novità dal punto di vista medico, ma sull'incidente ha aggiunto: "Avrò qualcosa da dire più avanti"

Philippe Bianchi:

Dalla Francia sono arrivati all'ospedale di Yokkaichi anche il fratello Tom e la sorella Melanie per stare accanto a Jules Bianchi, ricoverato presso il reparto di terapia intensiva in condizioni molto gravi in seguito al terribile incidente di cui è stato vittima domenica scorsa a Suzuka.

Il padre del pilota della Marussia, Philippe, intanto ha dato un piccolo aggiornamento su Jules parlando con il quotidiano francese Nice Matin: "Jules si batte come ha sempre fatto. Come in corsa. È forte". Dal punto di vista puramente medico però per il momento non ci sono novità: "Il professor Saillant e lo specialista inviato dalla Ferrari collaborano perfettamente con i neurochirurghi locali. Jules non potrebbe essere seguito meglio. Non ci sono cambiamenti, tutto il mondo sanno che è in una fase critica".

Philippe ci ha tenuto anche a ringraziare per la grande solidarietà mostrata in questo momento difficile, in particolare per il bel gesto del connazionale Jean-Eric Vergne: "È qualcosa di straordinario che non avrei potuto immaginare, anche se so che Jules è un ragazzo gentile. Mi è piaciuto il gesto di Jean Eric Vergne che ha realizzato un adesivo che i piloti metteranno sul loro casco a Sochi".

Riguardo all'incidente, infine, ha detto di non voler vedere le immagini, ma che a tempo debito farà sapere la sua idea: "È difficile parlare di un fatto di corsa. Ai miei occhi, quello sembra più a un incidente stradale. In base a quello che succederà, avrò sicuramente qualcosa da dire più avanti".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Jules Bianchi
Articolo di tipo Ultime notizie