F1 | Norris orgoglioso per l'onestà con cui ha gestito le pressioni

Lando Norris si è detto orgoglioso per l'onesta con cui ha affrontato le pressioni mentali generate della Formula 1 e spera che questo possa essere uno stimolo anche per gli altri.

F1 | Norris orgoglioso per l'onestà con cui ha gestito le pressioni

Il giovane pilota della McLaren, che si è costruito un'ampia base di tifosi fin dal suo approdo in F1 all'inizio del 2019, non ha fatto segreto di aver lottato con una grande pressione per l'essere diventato un pilota del Circus.

In particolare, ha detto che lo stress causato dalle sue prime gare, quando temeva di poter perdere il posto se non avesse rispettato le aspettative, è stato un qualcosa di particolarmente difficile da affrontare in quel momento.

Ma avendo cercato aiuto per i problemi che ha affrontato, Norris è riuscito a crearsi delle condizioni migliori, diventando anche un faro per coloro che affrontano dei problemi nella loro vita.

Norris è convinto che, essendo stato onesto su ciò che stava attraversando abbia ottenuto grandi benefici sia per se stesso che per gli altri.

"Sono molto felice di vedere che più persone ne parlano e che si rendono conto che questo può dare solo benefici a loro e agli altri", ha detto Lando.

"Non penso che ci sia qualcosa di negativo nel farlo. Penso che ti aiuterà solo a migliorare, e certamente ti aiuterà se hai un grande seguito o se ci sono tante persone a guardarti quando lo dici. Aiuterai solo le persone che stanno lottando contro i loro problemi".

Lando Norris, McLaren MCL35M

Lando Norris, McLaren MCL35M

Photo by: Jerry Andre / Motorsport Images

Lando poi ha spiegato di aver avuto dei riscontri diretti dai suoi tifosi su quanto il suo atteggiamento abbia avuto dei risvolti positivi.

"Sono molto felice e orgoglioso di fare parte di quel gruppo di persone che lo hanno accettato e sono felici e fiduciosi di parlarne".

"Una delle cose che mi ha fatto pensare che fosse un bene parlarne sono i miei fan, i miei follower, soprattutto quando ho iniziato ad accennarlo le prime volte".

Leggi anche:

"Prima ancora che ne parlassi pubblicamente, alcuni di loro dicevano quando li stesse aiutando e l'impatto che aveva avuto su di loro. Poi con il tempo mi sono reso conto che l'impatto che avrei potuto avere su centinaia o migliaia di persone era enorme".

"Quando ho iniziato a ricevere i messaggi di ragazzi che dicevano che li avevo aiutati o che avevo fatto sentire meglio i loro amici o la loro famiglia, è stata una cosa davvero sorprendente".

"Quindi ho realizzato che l'impatto che potevo avere con la mia posizione in Formula 1, con tutti i miei tifosi ed i miei follower, poteva essere davvero enorme".

"Dunque, ho pensato che fosse meglio parlarne pubblicamente e in tutto il mondo, per cercare di aiutare il maggior numero di persone possibile".

condividi
commenti
Video F1 | Ghini: "Perché l'Europa conta meno nella FIA?"
Articolo precedente

Video F1 | Ghini: "Perché l'Europa conta meno nella FIA?"

Articolo successivo

F1 | Mercedes: non si cada nel buco... nero pensando alla W13

F1 | Mercedes: non si cada nel buco... nero pensando alla W13
Carica i commenti