F1: niente GP d'Australia nel 2021, si cercano alternative

Così come accaduto nel 2020, anche per questa stagione gli organizzatori del GP d'Australia hanno dovuto alzare bandiera bianca. La Formula 1 cerca una alternativa per mantenere il calendario di 23 gare.

F1: niente GP d'Australia nel 2021, si cercano alternative

Anche quest’anno il calendario della Formula 1 dovrà rinunciare al GP d’Australia. Gli organizzatori dell’evento di Melbourne, dopo aver concordato con i responsabili del campionato lo spostamento della gara da marzo a novembre, hanno adesso annunciato di essere stati costretti ad alzare bandiera bianca.

Gli organizzatori hanno provato a trovare un accordo con le autorità sanitarie per cercare di trovare un modo per far entrare il personale della Formula 1 in Australia nonostante i rigidi divieti. Si è anche pensato di creare una biosfera per la gara dell’Albert Park, ma l’idea è presto svanita.

Le autorità australiane hanno praticamente chiuso i confini della nazione a causa della nuova variante Delta del COVID-19 altamente trasmissibile.

"Siamo consapevoli che questa non è la notizia che i fan della Formula 1 volevano sentire", ha dichiarato il CEO di AGPC Andrew Westacott.

"Vorrei estendere i miei ringraziamenti al governo, alla Formula 1 e a Dorna Sports per la loro incrollabile resilienza e il loro sostegno durante questo periodo difficile, e per il loro impegno costante per questi due grandi eventi".

"Ci saranno sicuramente delle sfide in corso con COVID-19, ma voglio rassicurare i fan che, nonostante la  tristezza e la delusione, tra il nostro meraviglioso staff c'è una tenacia e determinazione per fare in modo che i prossimi eventi di MotoGP e  di Formula 1 nel nuovo layout Albert Park siano vetrine sensazionali".

Anche Stefano Domenicali ha voluto commentare la notizia, sottolineando come i responsabili della Formula 1 troveranno a breve una alternativa per mantenere il calendario di 23 gare.

"Se da un lato è deludente sapere che non correremo in Australia in questa stagione, dall’altro siamo fiduciosi di poter offrire un campionato di 23 gare nel 2021 e abbiamo una serie di opzioni da portare avanti per sostituire il posto lasciato libero dal Gran Premio d'Australia".

"Valuteremo i dettagli delle varie opzioni nelle prossime settimane e forniremo ulteriori aggiornamenti una volta che queste discussioni saranno concluse".

Si apre adesso il toto nomi per capire quale sarà il circuito che prenderà il posto dall’Albert Park a Melbourne ed una soluzione ideale sarebbe quella di sfruttare il tracciato alternativo del Bahrain già utilizzato nella passata stagione.

In attesa di capire cosa deciderà la F1, bisognerà tenere d’occhio anche la situazione in Giappone, Messico e Brasile. Anche questi tre round rischiano di vedere cancellati i gran premi previsti.

condividi
commenti
Ferrari: la sfida con la McLaren resta aperta, ma non è la priorità
Articolo precedente

Ferrari: la sfida con la McLaren resta aperta, ma non è la priorità

Articolo successivo

Tecnica Red Bull: scopriamo i motivi del sorpasso sulla Mercedes

Tecnica Red Bull: scopriamo i motivi del sorpasso sulla Mercedes
Carica i commenti