Formula 1
03 lug
-
05 lug
Evento concluso
10 lug
-
12 lug
Evento concluso
G
GP 70° Anniversario
07 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
24 giorni
04 set
-
06 set
FP1 in
53 giorni
G
GP del Messico
30 ott
-
01 nov
FP1 in
109 giorni
G
GP del Brasile
13 nov
-
15 nov
FP1 in
123 giorni
G
GP da Abu Dhabi
27 nov
-
29 nov
FP1 in
137 giorni

F1: nel secondo GP d'Austria si proverà la Sprint Race?

condividi
commenti
F1: nel secondo GP d'Austria si proverà la Sprint Race?
Di:
31 mag 2020, 07:57

FIA e Liberty Media hanno proposto di cambiare il format in Austria e Gran Bretagna dove si correranno due GP in 7 giorni: nel secondo appuntamento si aboliscono le qualifiche con una gara la cui griglia è fatta dalla classifica iridata.

È una proposta. Che arriva in coda alla rivoluzione regolamentare votata a metà settimana dalla FIA. Siccome in Austria si disputeranno due Gran Premi di fila il 5 e il 12 luglio ecco che è tornata di moda l’idea di Ross Brawn di sperimentare nel secondo weekend al Red Bull Ring l’abolizione della qualifica da sostituire con la “sprint race”.

Una gara la cui distanza deve essere decisa (si parlava di 100 km, vale a dire un terzo di GP) con la griglia formata dalla classifica del mondiale. Il vincitore del primo GP stagionale, quindi, sarebbe costretto a partire ultimo con il secondo al suo fianco e così via. La distanza della gara è in discussione per la durata delle power unit che devono avere una vita di GP, mentre così certamente si accorcerebbe.

Liberty Media e FIA sperano di mettere dell’imprevedibilità nella F1 dando per scontato che i due GP in Stiria riprodurrebbe lo stesso risultato in fotocopia (ma chi l’ha detto?). Lo stesso format potrebbe essere adottato anche per le due gare in programma a Silverstone (il calendario deve ancora essere ufficializzato) dando il via a un altro cambiamento del Circus che sembra voglia rinnegare a tutti i costi ciò che è stato fino a ieri.

Per l’approvazione di questo radicale cambiamento sembra ci voglia l’unanimità dei voti delle squadre che in passato non era stato raggiunta per cui la proposta era stata bocciata, ma ora con lo tsunami del Coronavirus i legislatori riescono a far passare qualsiasi cosa e non ci sorprenderemmo di vedere promuovere anche questa modifica regolamentare.

Le televisioni hanno bocciato l’idea di ridurre ogni evento a soli due giorni, ma state certi che la musica cambierà nelle trasferte extra europee che dovessero essere back to back.

Articolo successivo
F1: riprende lo sport in Inghilterra e Silverstone spera

Articolo precedente

F1: riprende lo sport in Inghilterra e Silverstone spera

Articolo successivo

Quando la Ferrari ha capito di non poter ignorare Sainz

Quando la Ferrari ha capito di non poter ignorare Sainz
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP d'Austria
Autore Franco Nugnes