Monza: toccherà ad Alfredo Scala salvare il Gp d'Italia

Monza: toccherà ad Alfredo Scala salvare il Gp d'Italia

Il direttore di Vallelunga è stato chiamato al vertice della SIAS per prendere il posto di Enrico Ferrari

Toccherà ad Alfredo Scala salvare il Gp d’Italia. Scemata l’ipotesi che potesse essere chiamato Claudio Berro, l’ex dirigente di Ferrari, Peugeot, Maserati, Abarth e Lotus, ha ripreso consistenza la candidatura del presidente dell’ACI Italia, Angelo Sticchi Damiani. DIRIGE L’AUTODROMO DI VALLELUNGA Alfredo Scala, amministratore delegato e direttore generale di Vallelunga si è visto offrire la direzione dell’Autodromo di Monza. Il giovane manager ha già incontrato in corso Venezia a Milano proprio il presidente dell’Automobile Club di Milano e della Sias, Carlo Edoardo Valli. ATTESA L’UFFICIALIZZAZIONE DEL RUOLO Era auspicabile un’ufficializzazione dell’incarico alla vigilia dell’apertura della stagione motoristica che ieri ha portato sullo Stradale le vetture del WTCC, dell’Euro Formula 3 e dell’Auto GP, ma la nomina non dovrebbe tardare. Alfredo Scala dovrà prendere il posto di Enrico Ferrari, il direttore della SIAS, la società che gestisce Monza, indagato insieme ad altre 16 persone dai pubblici ministeri Walter Mapelli e Caterina Trentini della Procura di Monza per i gravi scandali che hanno avvolto l’autodromo. MANAGER GIOVANE E CAPACE E il nome di Alfredo Scala torna d’attualità perché fin dall’inizio era stata definita inadeguata la nomina di amministratore delegato della Sias di Fabrizio Turci. Per la quarta volta in due anni la SIAS cambierà il vertice, ma crediamo che questa volta (finalmente) si sia presa la decisione migliore: il direttore dell’autodromo “Piero Taruffi” di Vallelunga è un manager capace che è già stato in grado di risanare l’impianto romano, allargando le attività dell’impianto con il Centro Guida Sicura ACI-SARA, un'area Off-Road, un Centro Congressi ed altre attività di servizi oltre a garantire il funzionamento della Scuola Federale CSAI che alleva i giovani piloti. UN MANDATO A TEMPO Alfredo Scala a quanto sembra ha un mandato a tempo: il suo compito (molto difficile) sarà quello di risanare l’autodromo di Monza, preservando il Gp d’Italia di Formula, ma senza rinunciare al ruolo nell’ACI Vallelunga, tant’è che stando alle indiscrezioni non ha alcuna intenzione di trasferire la famiglia in Brianza. Profondo conoscitore del mondo delle corse, apprezzato manager, non è certo uno sconosciuto agli uomini di Bernie Ecclestone e della Federazione Internazionale visto che ha avuto incarichi FIA nelle commissioni. RISTRUTTURAZIONE PROFONDA L’obiettivo è risanare l’autodromo con un piano di ristrutturazione delle società che sono in capo all’ACI Milano, cercando di salvare i profili occupazionali che stanno facendo funzionare la struttura come se non fosse investita da uno tsunami. Personaggio schivo, di poche parole che preferisce i fatti: Alfredo non è tipo da vetrina, ma un uomo che sa far crescere i suoi collaboratori (può lasciare Vallelunga perché ha formato uno staff preparato) lavorando sodo nell’ombra. Crediamo che sia il profilo giusto per risolvere un problema che si ingigantisce sempre di più. E l’Italia che muore nel suo declino non può permettersi di perdere anche il “tempio della velocità” che ci invidia il mondo intero…

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie