Hamilton: "Fiducia è una parola grossa"

Lewis sembra non aver sepolto del tutto l'ascia di guerra con Rosberg, anche se entrambi si dicono sereni

Hamilton:

Dopo la pace sancita dalla riunione della scorsa settimana a Brackley, oggi gli occhi di tutti erano puntati su Lewis Hamilton e Nico Rosberg nella conferenza stampa del Gp d'Italia di Formula 1, il primo dopo il contatto tra i due a Spa-Francorchamps che sembrava poter avere inasprito definitivamente il rapporto tra i due.

E bisogna dire che Lewis ha lasciato intendere di avere ancora qualche dubbio sul futuro rapporto con il compagno di box, che al momento lo precede di 29 lunghezze nella classifica iridata: "Voltiamo pagina, ma fiducia è una parola grossa nelle corse" ha detto. "Abbiamo già detto tutto nei comunicati. fiducia è parola grande, non la applicherei alle gare in pista. Io e Nico sappiamo come dobbiamo comportarci, si riparte da questo".

Rosberg invece è partito spiegando i motivi che lo hanno portato a scusarsi pubblicamente per l'incidente: "Alla fine ho deciso che dovevo prendermi la responsabilità e ho chiesto scusa. Perché all'inizio non mi ero scusato? Semplicemente perché ci ho pensato sopra, ho capito e nel parlare col team ho compreso. Ma nessuno mi ha costretto a scusarmi".

Nico poi ha aggiunto che c'è stato qualcosa che gli ha fatto particolarmente male a Spa: "I fischi di Spa? Non è stato bello, ma capisco che alcuni tifosi avessero fatto tanta strada per vedere un duello tra me e Lewis che non c'è stato".

La chiusura poi è toccata nuovamente al britannico, che ha smentito di aver messo in ghiaccio la trattiva per il rinnovo con la Mercedes: "Non abbiamo smesso di parlare. io sto bene qui e voglio restare. Abbiamo per ora solo smesso di parlare di contratto perché la priorità è il Mondiale. Ho un contratto anche per l'anno prossimo, quindi c'è tempo per riparlarne".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Lewis Hamilton , Nico Rosberg
Articolo di tipo Ultime notizie