Alonso: "Sono al cento per cento"

Lo spagnolo ha recuperato dalla botta di Spa, ma non si sbilancia sulle possibilità di vittoria per Monza

Alonso:
Ci siamo: domani si scende in pista a Monza ed è ovvio che gli occhi siano puntati tutti sulla Ferrari ed in particolare su Fernando Alonso. Lo spagnolo è stato uno dei protagonisti della conferenza stampa di oggi e in apertura ha parlato delle sue condizioni fisiche dopo la botta rimediata a Spa-Francorchamps. "Dopo la gara ho subito un po' i postumi del colpo di frusta e, un paio d’ore più tardi, avevo ancora un po' di dolore alla schiena, ma lunedì mattina mi sono svegliato bene, al cento per cento. È stata una buona notizia, perché spesso, il giorno dopo l’incidente, non sai cosa aspettarti". Quando poi si è iniziato a parlare del weekend che lo attende, lo spagnolo è stato come sempre molto prudente: "Non sarà facile, non siamo stati così veloci nelle ultime gare, visti gli otto decimi di ritardo dalla pole position in Ungheria e a Spa. Il Gran Premio del Belgio è stato solo cinque giorni fa, quindi non abbiamo recuperato il distacco per magia! Abbiamo bisogno di massimizzare le nostre performance, ottenendo tutto il possibile dalla vettura, sperando ci dia la possibilità di salire sul podio. Monza è speciale per ogni pilota della Ferrari, perché la voglia è quella di ricambiare tutto il sostegno ricevuto dai tifosi dal giovedì fino alla domenica. La cosa migliore sarebbe ottenere una vittoria ma, in ottica campionato, non cambia molto". "Vincere a Monza ha un valore particolare, anche se non si lotta per il titolo, grazie ai festeggiamenti sul podio, con tutto il pubblico nel rettilineo principale sotto di te. Cercheremo di fare una buona gara e vedere quanti punti si potranno conquistare. Il circuito di Monza è noto anche per le velocità che si raggiungono e noi piloti amiamo la velocità - ricordo che con i motori V10 siamo arrivati a 370-375 km/h - traguardi che rendono la pista davvero speciale. Quando ho vinto qui con la Ferrari, però, è stata tutta un'altra cosa e, con il sostegno che si riceve, il Gran Premio d'Italia è senza dubbio la gara più bella del calendario in termini di emozioni. Certo, la corsa del 2010 è il mio ricordo più caro, quando ho vinto qui per la prima volta con la Ferrari" ha aggiunto. Sul fronte campionato ha nuovamente indicato la McLaren come avversario più temibile: "Non so se riuscirò a vincere il titolo senza vincere altre gare. Al momento la McLaren è molto forte e, se dovessero vincere altre tre o quattro gare consecutive, il loro divario in classifica potrebbe scomparire. Dobbiamo concentrarci continuamente su chi è secondo in Campionato: oggi è Vettel, quindi questo fine settimana cercheremo di finire davanti a Vettel, così come abbiamo cercato di fare con Webber nelle gare precedenti. Abbiamo soltanto bisogno di fare progressi nel corso di questi tre mesi che restano, fiducioso che prima o poi faremo dei buoni passi in avanti".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Fernando Alonso
Articolo di tipo Ultime notizie