Alonso: "Dobbiamo fare punti importanti"

Il ferrarista ricorda gli episodi sfortunati delle prime gare e sottolinea la grande marcia di Vettel

Alonso:
"Speravamo in risultati più consistenti, ma a Monaco non abbiamo raccolto così tanti punti. Quindi adesso abbiamo bisogno di quattro o cinque gare in cui saliamo sul podio, o almeno andarci molto vicini, per recuperare alcuni dei punti che abbiamo perso". Arrivato a Montreal, Fernando Alonso sembra avere molto chiaro quello che deve essere l'obiettivo suo e della Ferrari nella gare che lo attendono da qui alla pausa estiva, a partire proprio dal Gp del Canada. Per i prossimi giorni è attesa la pioggia sul tracciato canadese, quindi sarà importante fare le scelte giuste, soprattutto in qualifica: "Tutte le gare sono diverse e uniche, e questo sarà un fine settimana complicato dalle condizioni meteo. Tutto può succedere, specialmente con il bagnato. E abbiamo visto nelle qualifiche a Monaco: quando arriva la pioggia, tutto diventa caotico. Il che significa che se non sei in pista alla fine quando la pista si sta asciugando, oppure se incontri una bandiera gialla, oppure commetti un piccolo errore, allora sei fuori. Quindi sarà una situazione di massima concentrazione per fare bene qui e anche nelle prossime gare, a Silverstone, in Germania e in Ungheria. Quindi ogni giovedì ripeteremo che dobbiamo fare punti importanti". Analizzando la classifica del campionato, pur sottolineando di aver avuto qualche episodio sfortunato di troppo, lo spagnolo ha sottolineato come sia soprattutto Sebastian Vettel ad aver raccolto davvero tanti punti in queste prime sei gare della stagione. Per lui, infatti, il bilancio è ancora in positivo rispetto al 2012. "A questo punto della stagione abbiamo due punti in più dello scorso anno quando eravamo in testa al Campionato. Quindi in un certo senso stiamo facendo leggermente meglio. Quello che non è normale è la quantità di punti raccolti da Sebastian (Vettel) nelle ultime sei gare: molti! Dobbiamo cercare di finire davanti a lui, perché tutti accusano un po’ di sfortuna in un punto della stagione e capiterà anche a lui. Kimi l’ha avuta a Monaco con l’incidente, e adesso siamo solo a cinque lunghezze da lui". Infine, il ferrarista ha ricordato che negli ultimi anni Montreal non ha mai sorriso troppo al Cavallino, ma si è detto speranzoso che questo trend possa cambiare quest'anno con la F138. "E’ vero che non abbiamo mai colto grandi risultati qui. Un po’ di inconsistenza è dipesa da strane circostanze verificatesi, ma è una pista un po’ difficile da capire poiché cambia nel corso di tutto il fine settimana: non solo l’asfalto, ma anche il vento può cambiare molto, il che influenza il punto di staccata. Inoltre non c’è spazio per gli errori, proprio come in un circuito cittadino con i muri così vicini. Ma speriamo quest’anno di poter fare meglio" ha concluso.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Fernando Alonso
Articolo di tipo Ultime notizie