Montezemolo: "L'italia merita due Gp: Italia e Europa"

Il presidente Ferrari candida il Mugello per la seconda gara, mentre Sticchi Damiani dice che Monza non si tocca

Montezemolo:
Bernie Ecclestone nei giorni scorsi ha lasciato intendere che il Gp d’Italia potrebbe essere a rischio dopo che anche Enrico Ferrari, direttore dell’autodromo di Monza, è stato indagato dalla magistratura. Luca di Montezemolo, a margine della presentazione della Ferrari F138, ha difeso la gara italiana: “Sento sempre dire che il Gp d’Italia a Monza è a rischio ma non ci credo, perché è impensabile non avere una corsa in Italia. Anzi, sono convinto che il nostro Paese debba essere ulteriormente valorizzato con un secondo appuntamento, portando qui il Gp d'Europa come si è fatto per Spagna e Germania. Il Mugello potrebbe essere un circuito adatto, visto che vince sempre il premio come miglior pista per la MotoGP. E quando avevamo Monza e Imola non mi pare che ci fossero dei problemi! Dunque, meglio avere un altro Gp in Italia piuttosto che esportare la F.1 in Paesi lontani, dove l'interesse è scarso e le tribune restano mezze vuote". Al lancio della F138 era presente anche il presidente dell’ACI-CSAI, Angelo Sticchi Damiani che ha preso le difese del Gp nel “tempio della velocità”: “Monza non si tocca: deve restare nel calendario della Formula 1. Questo non di discute, anche se ultimamente sono state prese delle decisioni di cui non sono stato tenuto informato”.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie