Montezemolo: "Sono più preoccupato di prima"

Il presidente sa che McLaren e Red Bull saranno agguerrite per provare a battere la Ferrari

Montezemolo:
Gli ultimi risultati hanno reso particolarmente positivo il bilancio di metà stagione della Ferrari. Tra Valencia, Silverstone ed Hockenheim, Fernando Alonso ha messo insieme la bellezza di due vittorie ed un secondo posto, con tanto di due pole position, allungando sensibilmente nella classifica iridata, nella quale ora precede Mark Webber di 34 lunghezze. Numeri che dicono tanto della crescita della F2012, ma che secondo il presidente Luca Cordero di Montezemolo non devono fare sì che la squadra si esalti troppo, perchè la strada da percorrere da qui alla fine del Mondiale è ancora molto lunga. Non bisogna allentare la tensione quindi, a partire da questo weekend a Budapest. "Sono preoccupato e lo sono più di quanto non lo fossi all’indomani di Valencia" – ha detto Montezemolo – "Vedo degli avversari fortissimi: una McLaren che ha fatto grandi progressi, una Red Bull molto forte, una Sauber che aveva un passo di gara uguale al nostro ed una Lotus in alcuni frangenti molto forte. Dobbiamo stare quindi molto attenti: forse i nostri avversari non si aspettavano, dopo l’inizio di stagione difficile, una Ferrari capace di ritornare così forte, ma ora moltiplicheranno ancora di più l’impegno per batterci. Dobbiamo quindi rimanere concentratissimi e continuare nello sforzo di migliorarci continuamente". La preoccupazione non ha però impedito a Montezemolo di riconoscere la bontà del lavoro fatto negli ultimi mesi: "Voglio dirvi che sono orgoglioso di voi" ha detto nell'incontro avvenuto al padiglione della Logistica. "Quando vi osservavo mentre applaudivate i piloti pensavo che sono fortunato ad avere dei collaboratori come voi, persone che hanno saputo raddrizzare con il lavoro fatto con umiltà, capacità e determinazione un inizio di stagione difficile, non all’altezza del nome della Ferrari. Voglio cogliere l’occasione per ringraziare Domenicali per il suo lavoro. Quando alcuni anni fa decisi di puntare su un uomo cresciuto all’interno qualcuno arricciò il naso, ma oggi mi fa piacere vedere un vero leader di una squadra che sta facendo bene, come la voglio io ed è degna di chiamarsi Ferrari".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie