Montezemolo: "E' il momento migliore per lasciare"

L'ex presidente valuterà le offerte di Alitalia: potrebbe assumere la carica di amministratore delegato

Montezemolo:

E' un Luca Cordero di Montezemolo visibilmente emozionato quello presentatosi in confrenza stampa questo pomeriggio al Museo Ferrari di Maranello. L'ormai ex presidente del Cavallino Rampante si è seduto accanto a Sergio Marchionne nuovo presidente Ferrari, e ha confermato il suo addio a Maranello.

"Lascio la Ferrari. Lascio perché è il momento giusto per farlo - ha attccato Montezemolo - dopo ventitré anni incredibili. Esco dall'azienda con orgoglio, perché è finita un'era e ora la Ferrari è comunque in buone mani. In ottime mani, quelle di Sergio Marchionne. Voglio ringraziare prima di tutto Felisa, Jean Todt e Michael Schumacher con cui abbiamo passato momenti eccezionali ma anche tante critiche, davvero grandi autori degli anni d'oro del Cavallino nelle ultime stagioni e compagni di battaglie indimenticabili, che hanno permesso alla Ferrari di raggiungere risultati eccezionali".

Montezemolo ha poi chiarito e motivazioni del suo addio, maturato nelle ultime settimane e reso tangibile dopo la riunione con Marchionne e Felisa avvenuta ieri pomeriggio. "Il mio ultimo giorno da presidente della Ferrari sarà il 13 ottobre e poi starò finalmente con la mia famiglia, mi dedicherò a loro, finalmente. Sono contento di lasciare ora, perché è il momento giusto sotto tutti gli aspetti".

L'avvocato ha poi parlato dei ricordi più belli da presidente della casa automobilistica più prestigiosa al mondo, ricordando con affetto e non senza qualche momento di commozione Schumacher e i primi anni a Maranello. "Il momento più bello con la Ferrari? Senza dubbio il primo titolo conquistato da Michael (Schumacher, ndr) nel 2000, per ciò che riguarda l'ambito sportivo. Ricordo però con grande orgoglio anche quando presi in mano questa azienda: era con più di un piede nel baratro, ma l'ho risollevata e l'ho portata a fatturati che sono sotto gli occhi di tutti. Sono quindi contento di passare questa impresa a Marchionne, con il quale ho un'amicizia che continua dall'ormai lontano 2002".

L'ex presidente ha voluto chiudere il suo intervento ringraziando giornalisti e le persone che hanno scelto Ferrari come vetture per la vita, senza dimenticare uomini e donne che lavorano quotidianamente negli stabilimenti del Cavallino Rampante. "Per concludere il mio intervento, vorrei ringraziare uomini e donne del Cavallino Rampante, che quotidianamente lavorano negli stabilimenti di Maranello e nella Gestione Sportiva. Un saluto va anche a collezionisti e clienti della nostra azienda, ma grazie anche ai giornalisti, che a volte hanno scritto cazzate (lo dice ridendo, ndr), ma mi mancheranno anche quelle".

Solo famiglia e pensione per l'ex numero uno di Via Abetone? No, perché Montezemolo ha ammesso di avere due offerte sulla propria scrivania. Una è quella di Alitalia, ormai nemmeno troppo celata; l'altra invece è da parte di Chrysler: "In realtà ora starò con la famiglia, come già detto. Ma ho due offerte. Sto aspettando a dare la mia disponibilità ad Alitalia, perché è arrivata un'offerta direttamente da Detroit (sorride con Machionne, ndr)... E mi sembra interessante. Dovrò valutare, ma per ora sarò solo per la famiglia".  

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie