Reprimenda per Kimi, nessuna sanzione per Button

Reprimenda per Kimi, nessuna sanzione per Button

Il pilota della Ferrari è stato richiamato per l'attacco a Magnussen, quello della McLaren scagionato per il crash con Perez

Quello di Montecarlo non sarà sicuramente tra i weekend che Kimi Raikkonen ricorderà con più piacere. Oltre che con un risultato deludente, dovuto più alla tamponata ricevuta da Max Chilton durante la safety car, il finlandese ha dovuto fare i conti anche con una reprimenda arrivata dopo la conclusione della corsa. Il pilota della Ferrari è stato infatti richiamato per l'attacco alla settima posizione di Kevin Magnussen avvenuto al tornantino a sei giri dal termine, che ha portato entrambi ad arrivare a toccare le barriere e a perdere diverse posizioni, con il danese della McLaren che comunque è riuscito ad artigliare un punticino. L'altro pilota ad essere finito sotto investigazione era Jenson Button. I commissari però hanno deciso di non prendere provvedimenti nei confronti del pilota della McLaren, ritenendo che non avesse commesso scorrettezze nei confronti di Sergio Perez, pur innescando l'incidente che ha portato al ritiro del messicano della Force India al primo giro. L'ex campione del mondo ha quindi conservato la sua sesta posizione.
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Jenson Button , Kimi Raikkonen
Articolo di tipo Ultime notizie